Tag grunge

Marrano: la recensione di Perdere

Perdere parla di un mondo fatto di fotografie sbiadite, lontananze, solitudini, lavori scelti tra poche opzioni, briciole di amori. I Marrano cantano uno spaccato generazionale di chi combatte con la consapevolezza che c’è un muro su cui schiantarsi, e lo fanno con un suono potente.

Avo: As Above As Below

Avo- As Above As Below-recensione
La musica degli Avo somiglia ad un prodotto casalingo dagli antichi sapori, fatto con ingredienti genuini e passione, come nelle ricette dei nostri avi. Per questo motivo, Above As Below trasmette, inevitabilmente, un senso di appartenenza, fraternità e famiglia.

Am Samstag: 1

recensione Am Samstag- 1
1 è composto da quattro tracce per la durata di 14 minuti: un bignami di sonorità alternative rock, stoner e soprattutto grunge, che rimandano inevitabilmente a gruppi storici quali Jane's Addiction, Hole, Veruca Salt e i Nirvana del periodo Bleach.

The Winonas: Arborea

The Winonas- Arborea
Il grunge è morto e sepolto da anni e difficilmente rinascerà, eppure c'è ancora qualcuno che ci crede ancora e la cosa più sorprendente è che non si tratta di un gruppo straniero, bensì italiano e tutto al femminile, benvenut nel mondo delle The Winonas.

Neodea: Libero Arbitrio

neodea-libero-arbitrio
Libero Arbitrio è il terzo lavoro in studio per i Neodea, un graffiante invito a scegliere la propria vita senza lasciarsi influenzare da nulla e nessuno, dettato da un impatto sonoro hrumge-metal duro ma equilibrato

Seraphic Eyes: Hope

Seraphic Eyes- Hope
Non perdeteli perché i Seraphic Eyes sono veramente un bel trio che potrebbe emergere molto bene e Hope è un esempio di quanto vale la pena di ascoltarli. Chi lo ha detto che il grunge è solo di Seattle?