Default image

Fabio Busi

Former Ghosts: New Love

Former Ghosts- New Love
Quasi in contemporanea con l'uscita del suo Stridulum II, arriva nuovamente Nika Roza Danilova dei Zola Jesus nel progetto di Freddy Ruppert. New Love dei Former Ghosts è un ottimo album che strizza l'occhio alle sonorità dei Joy Division fondendole con nuovi impulsi elettronici di egregia fattura

Engineers: In Praise Of More

engineers_praise_of_more_cover
A solo un anno di distanza dall'ultimo album tornano gli Engineers con il doppio In Praise Of More. Nuovi membri nel gruppo e nuove idee sonore che però li rendono troppo uguali a tanti altri gruppi inglesi di questo 2010

Zola Jesus: Stridulum II

zola jesus - stridulum II
Zola Jesus canta della difficoltà di innamorarsi, ma per un amante del dreampop più elettronico non dovrebbe essere difficile innamorarsi della voce di questa giovane americana e del suo album Stridulum II.

Tricky: Mixed Race

Tricky – Mixed Race
A due anni dal deludente Knowle West Boy torna Tricky con Mixed Race, album che riporta in auge le sonorità trip hop degli esordi, con una strizzata d'occhio alla world music

Moebius & Plank: Rastakraut Pasta / Material

Moebius & Plank- Rastakraut Pasta Material
Grazie alla label Bureau B, tutti gli appassionati di elettronica potranno godere di due grandi ristampe: Krautrock Pasta e Material, primi due album del duo berlinese Moebius & Plank, delizieranno le orecchie e verranno apprezzati anche dai palati più difficili

Joel Plaskett: Three To One

Joel Plaskett- Three To One
Three To One, album che raccoglie il meglio del recente triplo Three, piacerà sia ai neofiti del country folk che agli appassionati del genere e grazie alle forti influenze di matrice indipendente, sarà interessante anche per il popolo indie

Skunk Anansie: Wonderlustre

skunk-anansie-recensione-wonderlustre
Quando molti avevano perso la speranza ecco tornare gli Skunk Anansie con un album nuovo di zecca. Wonderlustre scalderà gli animi dei vecchi fan e salderà ancor più il legame con i nuovi. Non perdeteli !!!!

Interpol: Interpol

interpol recensione cd omonimo 2010
Gli Interpol giungono al loro quarto lavoro e ritornano alle sonorità degli esordi. Album omonimo che alterna momenti più rock a momenti cupi ed oscuri e che accontenterà anche i palati più fini