RockShock

La Metralli: Del Mondo Che Vi Lascio

Fabio Busi 6 maggio 2011 Recensioni Cd, Video

La Metralli

Del Mondo Che Vi Lascio

(Cd, A Buzz Supreme)

pop, folk

________________

La Metralli- Del Mondo Che Vi LascioIl progetto La Metralli nasce a Modena dall’incontro fra la cantante Meike Clarelli e il compositore e chitarrista Matteo Colombini.

Dopo due anni di lavoro in cui sono nate collaborazioni con altri musicisti e si sono affiancate partecipazioni a concorsi importanti (fra i quali il il Premio Daolio 2010), esce questo Del Mondo Che Vi Lascio, un album di musica popolare contaminato da atmosfere jazz e sperimentali.

Parte subito forte questo primo album; il brano Farruca Della Disobbedienza fa presto capire che si avrà a che fare con sonorità folk-popolari che traggono fortemente spunto dalla musica mediterranea.

Un Niente Di Felicità rimanda alla canzone d’autore francese e come il resto dell’album si distingue per classe nella composizione e testi molto curati.

La voce di Meike è molto interessante anche nel tango Sull’Ultima Vertebra.

Più sperimentale e complesso il successivo Anchora, mentre Cuore Quantico colpisce per la malinconia iniziale che sfocia in un brano molto influenzato da suoni balcanici.

Malinconia che prosegue anche nella lenta Forse Un Re Minore ma che scompare totalmente nella marcetta balcanica Balkan Graffiti.

Si macchia di jazz la seguente Prima Che Il Vento, succeduto dalla fisarmonica di Altrove E Indifferente.

Gran chiusura con le sperimentazioni vocali di D’Arteria e il Valzer Per Sophie.

Probabilmente quest’album resterà relegato ad un ascolto di nicchia, ma sia per potenzialità canore che per composizione, meriterebbe di ampliare il numero di ascoltatori. Purtroppo il mercato italiano non è tanto propenso ai suoni popolari di gruppi come La Metralli, ma il progetto è indiscutibilmente molto ben fatto.

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

La Metralli: Del Mondo Che Vi Lascio il 6 maggio 2011 votato 3.0su 5
Condivi sui social network:

Leave A Response