Coach Party, recensione del concerto al Covo Club, Bologna, 17 maggio 2024

Direttamente dall'isola di Wight, una band davvero forte in dimensione live. I Coach Party hanno infiammato la sala del Covo Club di Bologna con un live ad altissimo livello.

Coach Party

Covo, Club Bologna, 17 maggio 2024

live report

______________

È un concerto che attendevo molto quello dei Coach Party, conterranei delle Wet Leg, precisamente dall’Isola di Wight. Formatisi nel 2019, dopo alcuni EP sono arrivati al primo lavoro di lunga durata con l’album Killjoy uscito lo scorso settembre.

In un Covo Club bello carico anche se non troppo pieno (ma la bella stagione alle porte tiene la gente fuori dai locali), la band ha infuocato i presenti fin dalle note di Micro Aggression con cui hanno aperto il concerto seguita a ruota dalla bellissima What’s The Pont In Life.

Un salto indietro all’EP After Party del 2021 con Everybody Hates Me e di nuovo 2023 con la melodica shoegaze di Born Leader.

July, brano che mi ricorda molto le prime Go Go’s, scalda le danze per Shit Tv, gli stop and go di Nothing Is Real e la carichissima Weird Me Out dal bellissimo EP datato 2022.

Le prime file iniziano a saltare e scatenarsi parecchio quando la delicatezza di Always Been You placa gli animi, ma già con la seguente Can’t Talk Won’t tornano bollenti.

All Of My Friends, Be That Girl e Sweetheart, ci dimostrano di quanto sia valida la band sia su ritmi tirati che su ballad indie pop.

Breakdown prepara il gran finale con FLAG, All I Wanna Do Is Hate e una Parasite di cui credo porterò i lividi ancora qualche giorno.

Un live gradevolissimo con le due bravissime Jess  e Steph sopra le righe, sia in brani tranquilli che in quelli più pompati. Vi dovesse capitare vi consiglio di non perdere un loro live.

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Fabio Busi
Fabio Busi
Articoli: 401