RockShock

Porcupine Tree: Anesthetize

Massimo Garofalo 23 maggio 2010 Recensioni Dvd, Video
Porcupine Tree recensione Anesthetize

Porcupine Tree

Anesthetize

(DVD, KScope)

rock, progressive, psichedelia

________________

Al termine del tour di Fear of Blank Planet, quindi prima di The Incident e prima del disco solista di Wilson, i Porcupine Tree hanno filmato in Olanda questo Anesthetize, testimonianza in video di quella serie di concerti e dello stato di grazia della band a ottobre 2008.

Pescando da un po’ ovunque nella loro cospicua discografia, privilegiando la produzione più recente, i Porcupine Tree in questo secondo Dvd live (il primo era del 2005) confermano tutto il buono che si sa di loro, della straordinaria alchimia di progressive e psichedelia, con virate ambientali e sfuriate quasi metal, messa in piedi da Steven Wilson e soci.

Forse ne avevamo già parlato su queste pagine, ma l’attività di ingegnere del suono sta molto a cuore a Mr. Wilson, che spende una parte sostensiosa del suo tempo come produttore di gruppi metal; negli ultimi anni è rimasto folgorato dalle potenzialità dell’audio multi canale, tanto da essere stato ingaggiato da Robert Fripp in persona per il remastering in 5.1 dei primi album dei King Crimson.

Con queste premesse, è lecito attendersi qualcosa di tecnicamente “importante” anche da questo Anesthetize. Errore. Questo disco non è solo ben fatto, ma è praticamente Il punto di riferimento, fino ad oggi, per i Dvd musicali. La sua qualità è semplicemente eccezionale. Lasse Hoile, che da parecchio cura la parte visuale dell’Albero del Porcospino, ha fatto un lavoro di regia notevole, usando 12 telecamere ad alta definizione (delle quali due piazzate perpendicolarmente alla batteria, una sopra e l’altra sotto); ha ottenuto una fotografia praticamente perfetta e nonostante il video duri ben 130 minuti non ci si annoia mai.

Ma veniamo alla parte audio: un DTS ad altissima definizione semplicemente spettacolare, perfetto, in grado di gratificare qualsiasi impianto multicanale, anche i più sofisticati.

Insomma, Anesthetize non è un semplice souvenir per fans incalliti, è anche e soprattuto un’ottima occasione per godersi la travolgente musica dei Porcupine Tree al meglio delle condizioni tecniche oggi possibili.

P.S. Ecco la tracklist del disco: Intro, Fear of a Blank Planet, My Ashes, Anesthetize, Sentimental Way Out of Here, Sleep Together, What Happens Now?, Normal, Dark Matter, Drown With Me, Cheating the Polygraph, Half-Light, Sever Wedding, Nails, Strip the Soul / Dot Three, Sleep of No Dreaming, Halo, Outro

PP.SS. Anesthetize è distribuito come singolo Dvd, ma anche in Blu-Ray+Dvd, in questo caso con i visual che appaiono sugli schermi della scenogrtafia del concerto come bonus tracks, ma anche in un’edizione limitata con anche i cd audio, quest’ultima in vendita solo su www.porcupinetree.com.

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Porcupine Tree: Anesthetize il 23 maggio 2010 votato 5.0su 5
Condivi sui social network:

Leave A Response