Velvet: Il Serpente

I Velvet non si stancano mai di spingere in avanti la loro musica e con Il Serpente giocano con l'elettronica. Chi li snobba si perde uno dei migliori pezzi del pop italiano

Velvet

Il Serpente

(DigitalEp, Cosecomuni)

pop

_______________

velvet-il-serpenteI Velvet continuano imperterriti per la loro strada e, ormai, fanno tutto da soli, licenziando per la loro stessa etichetta questo Il Serpente, Ep in distribuzione digitale e in anticipo su un nuovo album annunciato per l’autunno.

La title track, Il Serpente, appunto, mette subito le carte in tavola: i rtimi sono veloci, i synth piazzati in primo piano, la voglia di sperimentare e giocare con la materia pop molto alta e la rabbia quella tipica del rock.

Le nuove versioni di Luciano Ti Odio e di Ti Direi, così come Confusion is Best, in collaborazione con Beatrice Antolini, non sono solo l’annuncio di cosa sarà il nuovo album dei Velvet (un best of che festeggia i dieci anni di carriera discografica, fatto tutto da nuove versioni più elettroniche delle vecchie canzoni), ma anche e soprattutto un punto di svolta per una band diventata adulta già da un pezzo. Il loro pubblico, che dai palazzetti s’è assottigliato e rintanato nei club, s’è n’è accorto da un pezzo; chi continua ad essere legato alla stantia e falsa idea/immagine dei Velvet-boy-band (cosa che non sono mai stati) si perde una delle migliori band del pop italiano.

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Massimo Garofalo
Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock.
Parola d'ordine: curiosità.
Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)

Articoli: 777