Syncoop: Fatecomesenoncifossi

Intensa l'opera prima dei veneti Syncoop, salda nel suo equilibrio tra molteplici generi e suggestioni

Syncoop

Fatecomesenoncifossi

(Cd, Autoproduzione)

alternative rock, crossover, metal

_______________

Syncoop- FatecomesenoncifossiIl titolo del loro primo album, Fatecomesenoncifossi, è fuorviante, infatti è difficile negare attenzione ai dieci pezzi affilati e a più strati confezionati dai Syncoop, giovane quartetto di Bassano Del Grappa. Si muovono in un orizzonte complesso, teso fra elementi hard core, grunge e sporchi, barocchismi a tratti quasi progressive, una sorta di disperata ironia che tiene sempre sulle spine, ripetizioni ossessive, spigoli vivi e momenti quasi soffici.

Dopo un breve Intro strumentale, abbastanza cupo e misterioso, si scatena una forza dall’impatto più violento con Rendendo Grazia Alla Farmacia urlato, veloce, e il primo singolo estratto dall’album, Amigo, di cui vedete il relativo video in questa pagina, che continua a correre a perdifiato amplificando gli elementi più aggressivi già appuntati nel brano che lo precede.

L’effetto più introverso e amaro che si ha con Audrey viene poi alternato a pezzi gridatissimi, tesi, cosa che avviene in misura diversa anche in Mi Odio.

Tempo A Se scioglie, ma solo a tratti, la tensione, e i toni più melodici e orecchiabili sono sviluppati anche da Terre Umide. Un’incursione ancora più decisa verso terre progressive si ritrovano nella malinconia di Il Tuo Ruolo, e nelle numerose sfumature ipnotiche e rumorose del bel Ignoti Volti Di Gesso. Spiazza di nuovo e apre un sentiero ancora la conclusione con Bornthenreborn aspro e sporco, con un’anima scanzonata e dissacrante.

Insomma, un ottimo punto di partenza, istintivo, vitale, riottoso all’angustia dei limiti di genere.


 

 

Gli ultimi articoli di Miranda Saccaro

Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Miranda Saccaro
Articoli: 176