Oga Magoga: Apollineo/Dionisiaco

Condivi sui social network:

Oga Magoga

Apollineo/Dionisiaco

(Millesei Dischi/Audioglobe)

pop, swing, beat

_______________

https://youtu.be/imS3xx0NaBk

 

recensione Oga Magoga- Apollineo:DionisiacoIl nuovo album degli Oga Magoga, Apollineo/Dionisiaco, è il terzo di un progetto che prevede un concept di quattro dischi.

Gli Oga Magoga portano in giro un bel sound orecchiabile, fresco e nostalgico, fortemente ispirato a gruppi e cantanti storici del beat italiano degli anni ’60 e ’70: Equipe 84, I Giganti, I Corvi, Drupi.

Apollineo/Dionisiaco è un disco “fai da te”, come dichiarato dagli stessi componenti della band. Quest’album, registrato per metà in studio e per metà durante un viaggio a bordo del loro furgone allestito a studio di registrazione, può vantare la partecipazione di molti artisti di strada e l’utilizzo di parecchi strumenti, tra cui addirittura un sitar, suonato nel brano a tinte orientali Gayatri Mantra. 

Apollineo/Dionisiaco tratta il tema esistenziale della ricerca interiore, la crisi del soggetto alla ricerca di un suo equilibrio tra razionalità e passione, tra ordine e infrazione.

L’eterna lotta dell’individuo, tra l’aspetto fittizio, pre-costruito ed omologato imposto dalla civiltà occidentale ed il caos creativo dell’arte che si ribella al conformismo della società. Un pò come quello che viene raccontato da Camus attraverso le gesta di Mersault.

Il protagonista degli Oga Magoga, invece, si interroga sulla conoscenza di se stesso, “Non so dove vado, non so cosa farò, cosa sarò, è con chi condividerò, se esisto o no”.

Una conoscenza che passa attraverso gli incontri del passato, che hanno fatto parte del nostro tempo, e di coloro che incontreremo in futuro, tra incertezze e sorprese, con la necessità di guardare oltre la superficie delle cose, oltre le luci del giorno, nell’Odore Della Notte.

Un Giorno Splendido rappresenta il giorno in cui riusciremo, finalmente, ad abbandonare il superfluo quotidiano, ogni desiderio inconcludente e velleitario, e capire che tutto quello che possediamo non è quello che siamo.

Ma spesso ci perdiamo, mescolando il caos dei sogni con la ragione della realtà. E così abbiamo bisogno della nostra Euridice, che ci accompagni per mano alla scoperta di un nuovo incanto da vivere ad occhi chiusi, tra fede e speranza, senza mai voltarci indietro.

Apollineo/Dionisiaco è una preghiera a noi stessi, un inno alla riflessione, un mantra votato ad abbattere le barriere dell’ego.

Gli Oga Magoga ci consegnano 12 tracce piacevoli, coinvolgenti, fresche, attraverso un viaggio in cui si balla, si canta, si suona.

Un disco che parte da lontano: dal pop beat del Piper Club, passando per i borghi medievali di Siena, fino a raggiungere l’Appenino Tosco-Romagnolo.

Gli ultimi articoli di Andrea Musumeci

Condivi sui social network:
, , ,