The Notwist: Superheroes, Ghostvillains + Stuff

The Notwist

Superheroes, Ghostvillains + Stuff

doppio CD, registrazione del live del16 dicembre 2015

(Alien Transistor)

indie, post-rock, post-hardcore, kraut-rock

_______________

 

the-notwist-superheroes-ghostvillains-stuffAll’uscita del concerto di Roma, nell’estate 2015, dei Notwist mi ritrovai a pensare: <<sarebbe ora che ‘sti ragazzi pubblicassero un album dal vivo>>.

Detto – fatto. Poche settimane dopo Rai Radio2 trasmise la registrazione del concerto di Villa Ada (nella cui introduzione, tra l’altro, si citava la mia recensione). E pochi mesi dopo, precisamente il 16 dicembre 2015, a Leipzig, nella loro Germania, The Notwist hanno registrato il secondo di tre sold out consecutivi, che esce proprio in questi giorni in formato doppio CD o triplo vinile. Si chiama Superheroes, Ghostvillains + Stuff e – lo sveliamo subito – è imperdibile.

Imperdibile per chiunque abbia mai amato i Notwist, imperdibile per chi non ha mai ascoltato di cosa sono capaci dal vivo, imperdibile per chi ha partecipato ad almeno uno dei loro concerti e ne ha nostalgia.

Per meglio capire a cosa ci stiamo riferendo, bisognerebbe partire dai 13 minuti di Pilot, che in questa occasione… diventano tutto e il contrario di tutto, da un malinconico indie-rock a jazz, passando per la stramaledetta EDM, mai così divertente come in questa occasione.

Il capolavoro Neon Golden è anche in questo doppio live saccheggiato in lungo e in largo, ma non mancano un po’ tutti gli episodi fondamentali della carriera dei Notwist, che ormai conta ventisette anni d’attività (su per giù).

Solo il loro passato remoto di band post-hardcore viene praticamente ignorato e ricordato dalla sola One Dark Love Poem.

Ma ciò che più testimonia Superheroes, Ghostvillains + Stuff  è la consapevolezza (ri)trovata dei Notwist come musicisti virtuosi e – allo stesso tempo – come sperimentatori elettronici.

Sia che siate fan di lungo corso della band dei fratelli Archer e sia Notwist sia per voi un nome sconosciuto, avvicinatevi con fiducia e curiosità a questo disco. Ne vale la pena.

 

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
, , , ,

About Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock. Parola d'ordine: curiosità. Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)
View all posts by Massimo Garofalo →