K-Conjog: Set Your Spirit Freak!

Niente a che vedere la tanta paccottiglia più o meno in grado di "fare" un ambiente, qui siamo di fronte a un vero e proprio talento compositivo, quello di K-Conjog

K-Conjog

Set Your Spirit Freak!

(Cd, Abandonbuilding)

trip-hop, elettronica, ambient, glitch

_______________

K-Conjog- Set Your Spirit Freak!Perché i fan italiani di musica ambient-elettronica ascoltano qualsiasi tappezzeria proveniente da lande più o meno lontane e ignorano i (pochi) gioielli di casa nostra? Mistero.

E il mistero s’infittisce ancor di più ascoltando questo Set Your Spirit Freak! di K-Conjog, del nostrano Fabrizio Somma, che per sua fortuna col terzo album esce per l’americana Abandonbuilding.

Set Your Spirit Freak! è un collage di acquarelli elettro-minimali, di paesaggi bucolici punteggiati di note di violino e di chiacchiericcio di bambini, un raggio di sole che illumina un prato dopo una tempesta (dell’anima), un istante in cui il cuore – prima della vista – cattura i suoni dell’ambiente circostante (quelli bravi li chiamerebbero field recording).

Niente a che vedere la tanta paccottiglia più o meno in grado di “fare” un ambiente, qui siamo di fronte a un vero e proprio talento compositivo, quello di K-Conjog, per il quale ogni mezzo è buono per esprimere una pace dell’anima, venata di malinconia, raggiunta con la consapevolezza. Sarebbe un peccato perdere questo disco.

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Massimo Garofalo
Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock.
Parola d'ordine: curiosità.
Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)

Articoli: 770