Adriano Viterbini: Film O Sound

Sapientemente diretti da Adriano Viterbini, suoni provenienti da Africa, Stati Uniti e Sud America, in Film O Sound si fondono in un tutt’uno omogeneo grazie alle sapienti mani di musicisti di livello internazionale

Adriano Viterbini

Film O Sound

(Bomba Dischi/Goodfellas)

indie, blues

___________________

recensione-Adriano Viterbini- Film O SoundFilm O Sound è il secondo lavoro solista di Adriano Viterbini. Se non lo avete mai sentito nominare, probabilmente è perché non vi interessate della cosiddetta scena “indie” nostrana, altrimenti di lui avreste sentito parlare come uno dei migliori chitarristi italiano, oltre che come frontman dei BSBE. E ne avreste seguito le gesta in tour negli States o sui palchi con Fabi, Silvestri e Gazzè, ad esempio, impegnato in mille collaborazioni. Se non l’aveste ancora capito, un musicista da non perdere, a cominciare proprio da questo caleidoscopico viaggio nelle musica mondiale a cui ha dato vita insieme a una nutrita schiera di artisti.

Due cose risultano chiare sin dalle prime note di Film O Sound:

1) che è un album suonato da amici, in un ambiente familiare. Le diverse collaborazioni che arricchiscono ogni traccia sono jam session di artisti abituati a condividere gli stessi spazi, oltre a reciproci sentimenti di stima. E questo, oltre a sentirsi, regala alla musica un senso di accogliente convivialità;

2) è un album globetrotter, un viaggio senza ritorno tra Africa, Stati Uniti e Sud America. Le tinte tuareg di Tubi innocenti (featuring Fabio Rondanini, Calibro 35) e Nemi, si fondono con Malaika, canzone d’amore keniota, e altri classici africani (Tunga Magni, con la partecipazione di Ramon Caraballo, membro della band di Silvestri e della Bandabardò), passando per riarrangiamenti di grandi classici come Bring it on home di Sam Cook (unico pezzo cantato ad opera di Alberto Ferrari dei Verdena), visioni immaginifiche scandite dalle note della musica hawaiana (Mondo Slack key) e tocchi di blues, diretto e senza fronzoli (Bakelite, insieme al violista Stafano Tavernese).

Che sia per il fascino esercitato dal titolo stesso (un’intuizione di Adriano, dal nome di un proiettore a bobine degli anni ’40), o per le svariate influenze stilistiche che hanno lasciato un’impronta ben definita, o per la versatilità dei musicisti che hanno collaborato all’impresa, tra cover e pezzi originali, Film O Sound conquista grazie alla sua immediatezza, orecchiabilità e fluidità.

Un album per viaggiare senza uscire dalla propria stanza, colonna sonore del film della vita. Dal vivo, potrete vedere Adriano Viterbini condividere il palco con i già citati Verdena e con un altro grande chitarrista di casa nostra, Stefano Pilia (Massimo Volume).

Gli ultimi articoli di Simona Fusetta

Condivi sui social network:
Default image
Simona Fusetta
Articles: 303
Available for Amazon Prime