Peggio Emilia: La Peggio Gioventù

Il grido di protesta dei Peggio Emilia contro la religione, la politica, la guerra attraverso dieci pezzi punk nel cd La Peggio Gioventù autoprodotto e registrato senza grosse pretese

Peggio Emilia

La Peggio Gioventù

(Cd, Autoproduzione, 2008)

punk

_______________

peggioemiliaSemplice autoproduzione punk per la neonata band emiliana che sfodera il più classico del punk rock nostrano colpendo duro contro la Chiesa, la Lega Nord, l’invio di truppe a Nassirya, la sinistra e i sindacati inesistenti, Berlusconi ed altro ancora.

E’ la classica formazione di incazzati entrati in una saletta che dopo tre mesi di prove si sono decisi a registrare nove pezzi non propriamente elaborati, ma che attingono al consueto e ciclico esercizio di stile del genere senza assolutamente strafare.

Testi diretti, divertenti, polemici, ironici, appoggiati da chitarre rombanti per un suono grezzo, melodie arruffate, ritmiche veloci e impastate, voce sforzata: un risultato scontato, acerbo ma comunque orecchiabile e godibile come non sentivo da tempo, e per questo apprezzabile.

Un disco di presentazione teso a farsi conoscere e ad ottenere un po’ di spazio per suonare, far divertire la gente e magari farla riflettere sulle parole di protesta vomitate sul microfono. Bisogna prenderlo come un lavoro di prova, attendendo che l’euforia del “suoniamo assieme” si esaurisca e si cominci a sviluppare un percorso musicale più maturo, altrimenti è un “già sentito, grazie”. Attendiamo il nuovo album a metà 2009, come annunciato dalla band.
Ottima copertina.

Gli ultimi articoli di Luca Paisiello

Condivi sui social network:
Default image
Luca Paisiello
Articles: 448