The Bang! Tales: recensione di EP omonimo

Con l'EP d'esordio i torinesi The Bang! Tales decidono di defilarsi dalle correnti elettroniche del momento cercando rifugio nel nostalgico grembo della retromania rock.

The Bang! Tales

The Bang! Tales (EP)

(FMZ Entertainment Group)

garage rock, garage blues, hard rock, power rock

_______________

Collettivo nato nel 2019 – Giada alla voce e chitarra, Giuliano alla chitarra, Daniele al basso e Sarah alla batteria – i torinesi The Bang! Tales fanno il loro esordio discografico con l’EP omonimo, edito per FMZ Entertainment Group.

Composto da cinque tracce inedite (Oh! Tonite, Call Me Madeleine, …And Then Comes The Sun, The Thrill, My Lula), The Bang! Tales rimanda sotto più di un aspetto a una produzione garage rock d’altri tempi e ad un calligrafismo hard rock di matrice anglofona che funge da soundtrack al carico emotivo e introspettivo del comparto testuale, da cui emergono tematiche interiori e riflessive sulle cadute e le risalite del nostro vivere quotidiano.

Nell’era di internet, in un mondo sempre più digitalizzato e accondiscendente nei confronti della musica elettronica, c’è chi, come i The Bang! Tales, decide di defilarsi dalle correnti del momento cercando rifugio nel nostalgico grembo della retromania, abbracciando quell’immaginario ricco di suoni rock & roll e vibrazioni ribelli, in cui si fondono, quando in modo graffiante e quando melodico, fragilità e vitalità.

 

Se da un lato i The Bang! Tales rievocano arpeggi onirici di quel sound radiofonico che rimanda a Boston e Journey (…And Then Comes The Sun) e l’adrenalina di quei riff a marchio AC/DC (The Thrill), dall’altro, in una sorta di crossover temporale, riemergono in quel mare magnum alternative degli anni ’90, negli echi di Alanis Morissette e The Hole, attraverso un discreto ventaglio di influenze stilistiche e certo hard rock dall’andamento insinuante e grintoso, alternando fluorescenze folk lisergiche, malinconiche power ballad, mid-tempo chiaroscurali e rispolverando (addirittura) il virtuosismo blues degli assoli di chitarra, oggigiorno, merce sempre più rara.

In questo primo capitolo discografico, seppur nell’insieme ancora comprensibilmente acerbo e prevedibile, i The Bang! Tales sono riusciti a tracciare paesaggi sognanti fatti di luci e ombre, muovendosi tra smarrimento identitario, relazioni tossiche e soffocanti aspettative, con l’obiettivo di mettere a fuoco quell’idea di rinascita che, spesso, però, non può prescindere da una separazione, e dal dolore che ne consegue.

facebook/thebangtales

Gli ultimi articoli di Andrea Musumeci

Condivi sui social network:
Andrea Musumeci
Andrea Musumeci
Articoli: 245