Shiva Bakta: recensione di 6/4 Of Love

Per gli amanti della musica di classe e dell'indie folk sperimentale è imperdibile questo 6/4 Of Love ad opera del bravissimo spezzino Lidio Chericoni in arte Shiva Bakta.

Shiva Bakta

6/4 Of Love

(Noja Recordings)

indie folk, art indie

______________

Dagli esordi nel demo del 2009 ad oggi è passata molta acqua sotto i ponti, ma quel che è rimasto di Lidio Chericoni aka Shiva Bakta in questo terzo album intitolato 6/4 Of Love è la sua classe innata nel comporre piccoli gioielli indie folk di respiro internazionale.

She’s An Alien ne è un esempio lampante, resta impressa fin dal primo ascolto, caratterizzata da una melodia davvero notevole.

Più contaminata da suoni elettronici la seguente Where Have You Been, purtroppo anche meno intrigante.

Decisamente più interessante Bubble, brano che sembra giungere da un altro decennio e potrebbe benissimo non sfigurare nel repertorio di artisti internazionali troppe volte pluriosannati a discapito di talentuosi italiani (scusate la polemica).

Half An Hour riporta ad un sound folk davvero sognante e delizioso, così come bellissima è anche la seguente I See You, tinta di sonorità retrò.

La quasi sussurrata e brevissima Peace odora di Fleet Foxes e apre al’ennesimo gioiellino indie pop che è Get Over Me (3+3).

Con Till Tomorrow e Sacrifice (sonorità raffinatissime stile prima Sade) ci avviciniamo alla fine di un album molto interessante che chiude con il brano che da il titolo al lavoro 6/4 Of Love e My Fault, altro pezzo di gran classe.

Un lavoro bellissimo tinto da mille sonorità diverse fra jazz, psichedelica, folk  e che impreziosiscono un album che non mi stancherei mai di ascoltare.

https://youtu.be/QWpx9OUrrCM

 

https://www.facebook.com/shivabakta78

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Fabio Busi
Fabio Busi
Articoli: 378