Negrita: Live

Condivi sui social network:

Negrita

Live

(Cd + DVD, Universal)

pop, rock

[starreview tpl=16]

________________

Questa pubblicazione dal vivo di Negrita: Live immortala su CD e DVD il tour di Dannato Vivere, l’ultimo album pubblicato nel 2011 dalla band di Arezzo. I Negrita diffondono il loro repertorio live in due formati, quello su CD che riporta 14 brani tratti dal concerto al Palalottomatica di Roma del febbraio scorso, con l’aggiunta di 4 bonus track registrate al Mediolanum Forum di Milano qualche giorno dopo.

Il formato DVD invece è più corposo, imprimendo sul disco l’intero concerto milanese con ben 25 brani in scaletta. Venti anni di successi che hanno reso i Negrita una delle band italiane di spicco che si sono fatte strada inizialmente con un rock alla Rolling Stones, addolcendosi negli ultimi dischi con un sound decisamente più morbido e latino, ma non meno barricaderos nei contenuti.

Dopo Viaggio Stereo (2003) e Verso Sud (2006), questa terza esibizione live li vede ancora una volta padroni di un palazzetto pienamente gremito, un bel palco ampio, belle luci, un’atmosfera resa bene grazie alla regia di Gianluca Montesano. L’audio è ottimo, la chitarra di Drigo si gode appieno nei suoi suoni limpidi. Due ore e un quarto dei loro ultimi successi tratti soprattutto dagli ultimi due album, Hell Dorado e Dannato Vivere, con otto brani estratti a testa, che ribadisce quale strada abbiano preferito intraprendere rispetto gli esordi più rockettari.

In effetti dal loro primo album viene ripresa solo Cambio, la canzone che li ha lanciati, e dire che Negrita è un disco notevole dove soprattutto gli assoli di Drigo erano una goduria. Da Radio Zombie abbiamo Bambole, tre canzoni da Reset e altrettante da XXX. E solo la canzone omonima dal disco che ha aperto le porte al sound attuale, ovvero L’Uomo Sogna di Volare. E’ comunque un bel DVD da vedere, con molte riprese dinamiche dei musicisti rispetto alle telecamere fisse dei DVD precedenti, e un Pau sempre più sornione che il palco sono anni che sa come tenerlo.

Non c’è altro da vedere tranne loro, la loro musica, la gente che se la gode ballando e battendo le mani, quello che ci si aspetta ad un bel concerto di pop rock. E’ più che sufficiente in attesa di vederli nel loro tour unplugged dove sarà curioso ascoltare i loro brani in versione acustica.

Gli ultimi articoli di Luca Paisiello

Condivi sui social network:
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.