Alice in Chains: Rainier Fog

Alice in Chains

Rainier Fog

(BMG)

grunge, alternative rock

________________

 

Alice in Chains- Rainier FogDavvero una brutta fine, quella degli Alice in Chains, che alla terza delle loro (7?) vite si normalizza e con Rainier Fog diventa definitivamente una band buona solo per la modulazione di frequenza americana e per qualche festival tedesco.

Eppure stiamo parlando di una band che è stata una delle pietre miliari del compianto movimento grunge, un gruppo con oltre 30 milioni di dischi venduti alle spalle.

Proprio per questo fa ancora più male sentirli così normalizzati e tirare fuori dal cappello al cilindro tutti i trucchi del mestiere, a nascondere quella che è un’ispirazione abbastanza fiacca.

E le chitarre indie-folk che s’intrufolano a smorzare le (poco credibili) sfuriate hard rock… a poco servono se non a dare a Rainier Fog un’aria ancora più furbetta e a suscitare antipatia.

Gli Alice in Chains del 2018, a ventotto anni dal loro esordio, rimangono una band per inguaribili nostalgici. Peccato.

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
, ,

About Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock. Parola d'ordine: curiosità. Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)
View all posts by Massimo Garofalo →