Fudosatellite, Adimiron, Korova Milkbar

Tre gruppi italiani ci mostrano il lato oscuro del metal della nostra penisola. Fudosatellite, Adimiron e Korova Milkbar sono un esempio di musica sana e godibile

Il trittico di band made in Italy composto da FudoSatellite, Adimiron e Korova Milkbar è sicuramente un esempio di musica italiana sana e godibile.

FudoSatellite è un gruppo toscano che presenta un rock stoner di indubbia qualità. Semplice e diretta, la musica proposta è diretta ad una vasta platea di ascoltatori, ma riesce a conservare un tono di originalità e spessore anche quando si abbandona agli standard della mainstream. In Primitive (Cd, UK Division Records) si notano soprattutto la grande personalità di questi ragazzi e la loro voglia di creare una musica che si distingua nel panorama italiano. Tuttavia emergono qua e là incertezze e passaggi a vuoto che stanno ad indicare che una fase di maturazione è ancora necessaria per far emergere tutto il talento che questo disco fa intuire. (Voto: 2,7/5).

Gli Adimiron, invece, ci propongono una musica metal arrabbiata e graffiante che è lo specchio di un’Italia in difficoltà. Le traversie personali della band si riversano in un album dai toni cupi che è un grido di ribellione.
When Reality Wales-Up presenta forti influenze dei gruppi simbolo del genere come Metallica e Megadeth. Il livello tecnico è senza dubbio elevato, ma il limite più evidente, che emerge dall’ascolto di tutto l’album, finisce per essere l’originalità che viene in parte sacrificata alle necessità discografiche. Comunque, un ottimo prodotto, che senza dubbio può competere degnamente a livello internazionale. (Voto: 2,8/5).

I Korova Milkbar, infine, sono una band che ci presenta il loro primo full lenght dopo anni di gavetta nell’underground lombardo-emiliano. La loro musica è frutto di un difficile compromesso tra melodia e brutalità, con soluzioni che pescano in lungo e in largo nel panorama musicale mondiale, con influenze che spaziano dagli Slipknot ai Rage Against The Machine.
Il difficile compito che i Korova Milkbar si sono presi in carico li ha, però, esposti a numerose imperfezioni ed ingenuità nel songwriting, che spesso appare troppo semplicistico nell’accostare cambi di ritmo e di sonorità, in tal modo risultando maldestro piuttosto che dirompente. Probabilmente è l’album più debole fra i tre che vi proponiamo oggi, ma merita in ogni caso il nostro rispetto per il coraggio con cui questi quattro ragazzi hanno saputo affrontare un genere sicuramente non facile. Il loro disco omonimo è uscito per Quickflow Records. (Voto: 2,3/5)

Gli ultimi articoli di Luigi Raffone

Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Luigi Raffone
Articoli: 42