Freddocane: recensione cd omonimo

Il giorno più freddo dell’anno è ancora lontano, ma il loro album d’esordio intitolato Freddocanesaprà come scaldarvi, e per voi le basse temperature non saranno più un problema…

Freddocane

s/t

(Cd, GB Records)

rock, garage, grunge

________________

freddocaneProgetto sperimentale concepito nel marzo 2009 e registrato presso il GB Records studio nel dicembre 2010, dai tre giovani musicisti bergamaschi Beppe Fratus (voce e basso), Ivano Colombi (chitarre) e Stefano Guidi (batteria), Freddocane, che è poi l’album d’esordio omonimo del gruppo, ha l’originale caratteristica di amalgamare il buon vecchio rock con altri interessanti generi, come il grunge, la psychedelia, il blues e il post-rock.

Freddocane è un lavoro in cui convergono con armonia nuove forme di comunicazione musicale e testuale, dove si alternano canzoni d’amore, non-sense e arrabbiate, in perenne lotta con il mondo e in grado di trasmettere sensazioni, buone o brutte che siano. Insomma, Freddocane è la summa di differenti stili sonori associati a testi, che nella loro sostanza compositiva usano continuamente giochi di parole talvolta ironici, costruiti tramite la presenza di assonanze e dissonanze.

Ascoltando le 15 tracce di Freddocane, si avverte distintamente l’atmosfera tipica degli anni ’70, quella ribellione covata sotto la cenere e pronta a esplodere con tutta la sua energia. I brani che lasciano sicuramente un segno, vuoi per la musica vuoi per le parole, sono Retrokiller e Nebbia caratterizzate da un bel sound d’apertura che si proietta fino alla chiusura del pezzo, seguite da Neve, brano accattivante, davvero melodico ed orecchiabile in grado di far presa, Freddocane, singolo corposo di forte impatto all’inizio, con l’accompagnamento di una voce impeccabilmente decisa e con buoni acuti che ricordano gli Ac/Dc, per poi sfumare con il suono dolcissimo di un carion e infine Such a Shame, cover di un brano anni ’80 dei Talk Talk, convincente anche in questa nuova versione, attraverso l’impiego di chitarre “da urlo”.

Nel complesso, Freddocane passa il turno con onore.


Gli ultimi articoli di Selene Virdo

Condivi sui social network:
Default image
Selene Virdo
Articles: 15
Available for Amazon Prime