Emiliana Torrini: Me And Armini

Dall’Islanda, la giovane Emiliana Torrini si impone con la sua voce ipnotizzante in un album misterioso, che rilassa e affascina

Emiliana Torrini

Me And Armini

(Cd, Rough Trade, 2008)

pop, indie

_______________

La voce cristallina di Emiliana Torrini ipnotizza e forse è proprio questo l’obiettivo del suo ultimo disco, Me And Armini, dedicato a un personaggio immaginario, Armini appunto.

Tra un album e l’altro, la Torrini ha contribuito alla colonna sonora de Il Signore degli Anelli: Le Due Torri con Gollum’s Song e a quella del telefilm Grey’s Anatomy con Beggar’s Prayer.

Tra le sue collaborazioni figurano nomi come Kylie Minogue, con cui ha scritto Slow e Someday, e tournée con Moby, Sting, Dido e Travis.

L’ultimo album è un mix di generi musicali e la parte strumentale è completamente in funzione della voce della giovane cantante islandese. La chitarra infatti è appena percettibile, come in Ha Ha, ma la melodia vocale della Torrini può quasi quasi sostituire gli strumenti.

È un disco emozionante, che fa capolino timidamente tra gli altri grandi nomi sullo scaffale delle collezioni, ma una volta che lo si ascolta, rapisce. Forse proprio per la sua semplicità, contrasta clamorosamente con i dischi a cui il mondo moderno ci ha abituati, in cui la voce dev’essere imponente se vuole emergere dalla mischia creata da chitarre e percussioni.

La Torrini invece canta in maniera composta, quasi sottovoce, e l’unica traccia che si può considerare quasi osé se paragonata alle altre è Jungle Drum, dove davvero si sbizzarrisce, per ricomporsi quasi subito con Hold Heart.

, mentre suggerisce una leggera malinconia (chissà che triste fine che avrà fatto Armini), invita anche a fermarsi un attimo dalle corse del mondo moderno, rilassarsi e riflettere. Qualunque sia l’argomento su cui vogliate riflettere, vi farà apprezzare e godere il vostro break.

Gli ultimi articoli di Angela Corrias

Condivi sui social network:
Default image
Angela Corrias
Articles: 11