Padrini: Star Wars

Malizia e autoironia, con i Padrini il punk-rock torna a divertire e ... parla sardo

Padrini

Star Wars

(Cd, Sarda Snatch records)

punk, punk-rock

_______________

padriniPunk irriverente (sempre che esista un punk riverente) in arrivo dalla Sardegna, Cagliari per essere precisi.

Influenzati da leggende del punk del calibro dei NOFX e con reminiscenze dei primi Offspring e del punk-pop dei Blink 182, la band propone Star Wars come ultima fatica: dodici tracce in cui lo slang sardo si confonde sapientemente con i versi in italiano, per ribadire l’orgoglio che contraddistingue il popolo isolano.

Del punk rispettano le regole principali: canzoni brevi, arrivano dritte al punto, e poco rispetto per le buone maniere.

E anche della Sardegna rispettano le regole essenziali: autoironia, malizia, e poco rispetto per le buone maniere.

Dai Padrini arriva la prova inconfutabile che punk e Sardegna sono un connubio felice: i ritmi della solare California non potevano trovare posto più adatto che nella solare Sardegna.

Partendo dalla brevissima Tattoo Song, passando per Scooter (immancabile trattandosi di una band sarda) e arrivando alla frenetica Where Is My Mind, il disco accosta una voce nervosa a una chitarra prepotente, scandite dai ritmi imposti dalla energica batteria.

Immancabili in feste studentesche e non, le canzoni di Star Wars si sono già imposte sulla scena punk italiana.

Gli ultimi articoli di Angela Corrias

Condivi sui social network:
Default image
Angela Corrias
Articles: 11
Available for Amazon Prime