Emil Moonstone & the Anomalies: recensione di Naked is man upon the earth

Seppure al loro debutto, gli Emil Moonstone & the Anomalies sono dei veterani della scena post-punk bolognese. Naked is man upon the earth è un disco carico di significati emotivi, esistenzialisti e malinconici.

Emil Moonstone & the Anomalies

Naked is man upon the earth

(Seahorse Recordings)

post-punk, psych, indie-folk

_______________

Emil Moonstone, dopo trent’anni di musica nella scena dark e punk bolognese, fonda gli Emil Moonstone & the Anomalies, di Naked is man upon the earth rappresenta il debutto sulla lunga distanza.

Nove tracce intrise di atmosfere cupe, nervose stranianti e psichedeliche, raccontano il fallimento della razza umana e l’incapacità di apprezzare i piccoli e grandi momenti con la dovuta attenzione.

Una miscela particolare e personale che mischia vari tipi di sonorità tra il folk, il rock psichedelico il post punk e la new wave in una sperimentazione che non lascia indifferenti, ma che porta a riascoltare nuovamente l’abum alla ricerca di altri tipi di sfumature.

In brani come Safe me (il mio preferito) e Keep my crown gli arpeggi di chitarra riproducono scenari marcescenti e vallate che sconfinano in una solitaria terra di nessuno, mentre in tracce come Pain e The Soldiers il piano maestoso e malinconico accompagna l’ascoltatore verso il silenzio tenebroso delle proprie paure.

Proseguendo con Naked is man upon the earth, che danza su un  incalzare di risposte tra piano voce e giri di chitarra, gli echi dei Sex Gang Children si sentono forti e chiari.

Man of straw e All its over sono due esempi in cui emerge tutto il passato noise e shoegase di Emile. Si passa poi per il romanticismo pop alla Cure di Meaning of my life, dove anche le liriche si aprono a uno spiraglio di positività.

Pone la parola fine Ash che incalza in modo disilluso tra lamine chitarristiche e composizioni visionarie.

Un disco carico di significati emotivi, esistenzialisti e malinconici che non prescinde dai riferimenti musicali in cui si trova ben radicato, ma che mostra comunque trame raffinate ed un’eleganza appassionatamente oscura.

https://www.facebook.com/emilmoonstone

Gli ultimi articoli di Simona Pietrucci

Condivi sui social network:
Simona Pietrucci
Simona Pietrucci
Articoli: 16