Crampo Eighteen: Mother Cloud

Secondo album per la band capitanata da Nino Colaianni, intriso di spiritualità, rock, blues e stoner.

Crampo Eighteen

Mother Cloud

(Cd, Trulletto Records)

alt-rock, stoner

____________________________

Mother Cloud è il secondo disco dei Crampo Eighteen, nato come il progetto solista di Nino Colaianni (personaggio di spicco della scena anni ’90 nonché fondatore dei That’s All Folks!) e ormai diventato band a tutti gli effetti. Dieci tracce intrise di spiritualità in cui rock, psichedelia, blues e stoner si declinano in svariate combinazioni.

Costruito come un concept album, le liriche di Mother Cloud sono una sorta di preghiera di liberazione dai mali dell’umanità.

L’amore assume così una connotazione più universale, rivolto nei confronti della Madre Nuvola del titolo, che laverà con la pioggia tutte le brutture del nostro tempo.

Questo nuovo lavoro porta avanti il sound seminato in Mojo Bag, targato 2021, e già saldamente radicato nel passato di Colaianni.

Un mix di rock (predominante soprattutto nella seconda parte del Cd), blues e stoner, che risente in modo preponderante dell’influenza della musica cantautoriale americana.

Sonorità ruvide e selvagge, memorie di un passato musicale ancora attuale, un’attenzione al mondo circostante e all’energia primordiale che lo pervade tutt’altro che scontata.

Il tutto sapientemente confezionato dall’esperienza e dalla maestria di chi è sulle scene da un po’. Questo e molto altro all’ascolto dei Crampo Eighteen.

 

Gli ultimi articoli di Simona Fusetta

Condivi sui social network:
Simona Fusetta
Simona Fusetta
Articoli: 389