Almamegretta: recensione concerto di Napoli, Arena Flegrea, 30 giugno 2022

Gli Almamegretta si sono esibiti "in casa" all'Arena Flegrea di Napoli, tra nuove canzoni e vecchi successi. Ecco com'è andata.

Almamegretta

Napoli, Arena Flegrea, 30 giugno 2022

live report

________________

Viale Kennedy era davvero trafficata in quella calda e afosa giornata. C’era un motivo valido. Nei pressi della strada risiede la suggestiva Arena Flegrea. Questa location non è solo bella ma anche seducente e incantevole. La verità è che all’Arena Flegrea suonavano gli Almamegretta un gruppo di punta della scena alternativa partenopea che ha segnato gli anni ’90.

Il concerto di Raiz e soci tutto sommato parte puntuale. L’appuntamento era previsto per le ore 21 ma l’esibizione comincia dopo trenta minuti, nella norma insomma considerando che il primo orario era per il raduno dei fan. La band propone un vasto repertorio composto da venti canzoni, si raccolgono i successi e i pezzi più significativi. Per l’occasione gli Almamegretta presentano anche le canzoni del nuovo disco Sanghe.

La band è in forma e desiderosa di tornare a calcare i palchi, la pandemia ha lasciato il segno ovunque, per questo, la voglia di ricominciare è tanta.

Veniamo al concerto: si apre col botto attraverso la voce del talentuoso frontman che ci mostra ‘O Campo,  uno dei brani del nuovo disco. Effettivamente la prima parte di questo show è incentrata sulla presentazione del nuovo lavoro, infatti, le successive canzoni sono Make It Work e Water di Garden.

Da lontano si sente un forte boato, sono alcuni ragazzi che impazziscono sulle note di Pe’ dint’e vic addo nun tras ‘o mar, un cavallo di battaglia di questa storica band suonata da sempre divinamente. L’ esibizione degli Almamegretta continua in maniera impeccabile e finalmente riusciamo a sentire in modalità live il loro nuovo singolo: Figlio.

Con la successiva ‘O sciore cchiù felice cominciano a sciogliersi i cuori dei presenti. Chi abbracciato e chi mano nella mano, questa canzone sembrava un inno alla tenerezza. E’ il momento di scuotersi un poco, tocca a Catene, sempre bella e pronta a far vibrare gli animi.

Ci avviciniamo alla fine di questo bellissimo show, la band lascia gli strumenti sul palco sembrava volessero andarsene ma era una finta perché gli Almamegretta dovevano ancora suonare le loro perle e infatti in ordine vengono eseguite tutte. Si parte da Senghe, la titletrack del nuovo lavoro poi, parte il groove della magnifica Figli di Annibale. C’è aria di tarantella in giro, la band fa partire Sanacore e tutti, gioiosi, danzano fino allo svenimento. Terminata questa stupenda canzone a razzo parte la melodia della grandiosa Nun te scurdà. Tutti a cantare, tutti ad emozionarsi è l’effetto di questo bellissimo brano di Raiz e soci. Durante l’esecuzione della canzone, sui volti dei Fan, si notava un certo Amore per quanto stava accadendo e onestamente suscitava delle sensazioni stupende e impagabili. La band saluta il suo pubblico con Heartical.

Insomma questo degli Almamegretta è stato un concerto sublime. La loro musica e l’Arena Flegrea sono un connubio perfetto: ottimo il sound, buoni gli spazi e suggestiva la location. Non c’è nulla di più bello.

Gli ultimi articoli di Vincenzo Scillia

Condivi sui social network:
Vincenzo Scillia
Vincenzo Scillia
Articoli: 10