Zidima: Cobardes

Noise all'italiana per i milanesi Zidima. Sound collaudato, canzoni sempre interessanti e godibili. Da tenere d'occhio
Condivi sui social network:

Zidima

Cobardes

(Cd, Mousemen)

noise rock

_______________

zidima-cobardesDopo alcuni cambi di formazione e anche di stile, i milanesi Zidima sono arrivati a questo Cobardes.

In parte ispirato ai fatti della Genova del G8, Cobardes è in grado di dare una bella sferzata a chi vorrà ascoltarlo – senza pregiudizi – a tutto volume.

Ottimamente registrato, paga lo stesso pegno di tantissime formazioni italiane degli ultimi anni: non si può (e i Zidima non possono neanche loro) prescindere dalla lezione dei primi dischi dei Marlene Kuntz. E i Zidima, da parte loro, ci mettono anche qualche divagazione in zona Massimo Volume e qualche timido accenno per dimostrare di conoscere anche i Cure.

Basso potente e presente, chitarre con chili di distorsore, però, non dovrebbero implicare di cantare per forza come il Godano degli esordi!

Insomma, Cobardes è un buon disco, ben scritto, derivativo (dal noise italiano anni ’90, più per il sound e alcuni schemi “esplosivi” che per altro), ma con dalla sua parte canzoni incisive e liriche sempre interessanti e ben scritte.

Un gruppo da continuare a tenere d’occhio, quindi, e a cui offrire anche più di una chance.

http://www.myspace.com/zidima

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Default image
Massimo Garofalo
Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock. Parola d'ordine: curiosità. Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)