Vessel: Tales of Memento Island

Alla fine degli anni zero i Vessel hanno deciso che è arrivato il momento di descrivere, attreverso un viaggio nella memoria, l'ultimo decennio del novecento. I Vessel non sono altro che vecchie conoscenze dei Giardini di Mirò e dei Pitch

Vessel

Tales of Memento Island

(CD, 42 Records)

indie rock

_______________

Servivano, probabilmente, dieci anni di distacco per poter fotografare come si deve gli anni novanta. La storia deve prima diventare ‘passato’ per poter essere descritta giustamente.Proprio così, alla fine di questi strani anni zero esce Tales of Memento Island, un viaggio tra i ricordi e le esperienze degli anni novanta.

I Vessel sono un trio composto da Corrado Nuccini ed Emanuele Reverberi dei Giardini di Mirò e Alessandra Gismondi dei Pitch, particolarmente votati, in questa formazione, alle sonorità degli anni novanta. Chitarre gonfie di memorie grunge, batterie scandite e minimaliste, melodie alla Lou Reed e uno sguardo ogni tanto alla new wave.

I toni del disco sono ovviamente riflessivi e pacati, come si addice all’animo di un viaggiatore che percorre il suo tour a ritroso nella memoria. Ballate rock come 90’s lovers e Vessel, the song sono vagamente ispirate al cantautorato di Lou Reed, con l’aggiunta di chitarre acide di sottofondo e sporadiche apparizioni di violini e sintetizzatori. Memento List è una geniale lista della spesa dei ricordi da prendere dall’isola degli anni novanta, scandita dal tempo di una secca e presentissima batteria. Nella lista dei ricordi non solo gruppi musicali e personaggi dell’ultimo decennio del novecento, ma anche oggetti che hanno caratterizzato quel tempo quali il CD-ROM o il Tamagotchi. Un bel salto in questo passato che ancora oggi è presente in varie forme per questa traccia che, a mio avviso, è la migliore dell’album.

Sette tracce dunque per questo primo EP dei Vessel per il 2010, primo perché 42 Records ha annunciato che nel corso di quest’anno ne usciranno altri due targati Nuccini-Reverberi-Gismondi per completare questo viaggio all’interno del Vascello (Vessel per l’appunto). Dopo essere passati per la memoria di questo primo si potrà ripartire alla volta del desiderio prima e della rinascita poi. Dunque i Vessel ci offrono questi tre viaggi a un prezzo conveniente, spetta poi all’ascoltatore decidere se e dove fermarsi, il vascello comunque alla fine ripartirà.

Gli ultimi articoli di Eugenio Battaglini

Condivi sui social network:
Default image
Eugenio Battaglini
Articles: 17
Available for Amazon Prime