Tomydeepestego: Nero

Nero dei Tomydeepestego è un viaggio musicale in grado di mettere in scena un'anima dello stesso colore della pece: l'ascoltatore vi si troverà invischiato in men che non si dica, senza possibilità di uscirne

Tomydeepestego

Nero

(Cd, Autoproduzione)

post-hardcore, post-rock, post-metal, psichedelia

________________

Con un post-rock ormai completamente involuto e ingabbiato in codici assai stretti (colpi di coda a parte di fuori classe come Godspeed You Black Emperor), è singolare come le cose più interessanti in quest’ambito arrivano da chi ha il coraggio, la forza e le capacità tecniche per partire da un genere in teoria lontano mille miglia come l’hard-core, arrivando quindi a un post-hardcore che va piacevolmente a braccetto col post-rock, appunto.

E’ il caso dei nostrani Tomydeepestego, da Roma ma acclamati soprattutto in giro per il mondo. Il loro Nero conferma la vocazione trasversale di questa band, che sa con sapienza e maturità guardare anche e soprattutto verso il metal e la psichedelia, realizzando un monumento strumentale in grado di esaltare gli animi degli adepti di diversi generi, senza fossilizzarsi in nessuno di questi, anzi, lasciandosi porte aperte in continuazione per uscire verso nuove – esaltanti – esplorazioni sonore.

Nero è un viaggio musicale in grado di mettere in scena un’anima dello stesso colore della pece: l’ascoltatore vi si troverà invischiato in men che non si dica, senza possibilità di uscirne.

Dopo due album con la Subsound, i Tomydeepestego passano all’azione diretta e cercano con Bandcamp il trampolino di lancio definitivo verso il gotha internazionale della musica post-tutto: se lo meritano, vanno sostenuti, cercati, apprezzati, suonati ad alto volume, sudati nei loro concerti.


Scarica gratis il singolo Nero dei Tomydeepestego, dall’album omonimo

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock.
Parola d'ordine: curiosità.
Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)

Articoli: 648