Steve Stoeckel: recensione di The Power Of And

Steve Stoeckel, conosciuto soprattutto per essere il bassista degli Spongetones, ha deciso con il suo esordio da solista, dal titolo The Power Of And, di provare a rievocare atmosfere e sonorità tipiche degli anni '60.

Steve Stoeckel

The Power Of And

(Big Stir Records)

rock

_________________

L’influenza che hanno lasciato i Beatles al mondo della musica rimane materia che, ormai, da decenni è oggetto di studi e analisi approfondite. Possiamo tranquillamente affermare, nel nostro piccolo, che il quartetto di Liverpool ha regalato un’eredità impressionante che, volente o nolente, qualsiasi artista ha immagazzinato, anche solo indirettamente.

Steve Stoeckel, conosciuto soprattutto per essere il bassista degli Spongetones, ha deciso con il suo esordio da solista, dal titolo The Power Of And, di provare a rievocare atmosfere e sonorità tipiche della band inglese, facendoci andare indietro con la mente e riportando indietro le lancette dell’orologio ai mitici anni sessanta, parafrasando uno storico detto di Gianni Minà.

In questo album, contenente ben quindici canzoni, sembra di essere tornati nell’Inghilterra beat, a partire dalla produzione e dai suoni che sono molto vintage. Le canzoni, dalla prima all’ultima, si fanno apprezzare perché hanno quella forte dose melodica tipica di chi è cresciuto con la musica dei Fab Four.

Non ci sono chiaramente perle neanche lontanamente paragonabili a quelle scritte dagli “scarafaggi”, ma ciò non inficia sul risultato finale. Sembra quasi che Stoeckel abbia voluto arbitrariamente lasciarsi andare per suonare quelle musiche con cui sarà, per forza di cose, cresciuto da bambino.

Da Mod Girl a Just One Kiss, passando per l’acustica Heather Gray (in quest’ultima si trovano anche schegge del compianto David Crosby) e per Why si nota tutta la passione che il musicista ha per quel tipo di sound figlio degli anni sessanta che, fortunatamente, non pare destinato a morire.

The Power Of And è un disco che va consigliato non solo ai nostalgici, ma anche a tutti quelli che vogliono riconciliarsi con un certo tipo di musica immortale e piena di fascino.

Bandcamp

Gli ultimi articoli di Francesco Brunale

Condivi sui social network:
Francesco Brunale
Francesco Brunale
Articoli: 246