Redroomdreamers: Honduras

Con Honduras, il loro ultimo album, i Redroomdreamers mescolano alla perfezione sonorità rock “tradizionali” con quelle del rock psichedelico

Redroomdreamers

Honduras

(Happy Mopy)

alternative rock, psychedelic rock

_______________

[youtube id=”wQrqrAL4F2I” width=”620″ height=”360″]

Redroomdreamers- HondurasRedroomdreamers. Dal nome sembrano inglesi, ma in realtà sono italiani e probabilmente citano lo Stanley Kubrick di Shining. E se cercate una band che coniughi  musica alternative e wave europea avete trovato il gruppo che fa al caso vostro. Con Honduras, il loro ultimo album, i Redroomdreamers mescolano alla perfezione sonorità rock “tradizionali” con quelle del rock psichedelico in un lavoro che riesce a trascinarti in ogni singola traccia.

Come detto il disco viaggia su due binari distinti. Ai pezzi rock, come la scattante Inside you, la cupa New Day, Run of a Sick Boy che strizza l’occhio ai Pearl Jam, il brit-rock piacevole di Shine a Ligh, si alternano sonorità ipnotiche e oniriche. È il caso di Going to the River, quasi da risveglio con un’azzeccata esplosione finale, le ipnotiche The Box e Rain Song, e la trascinante The Hole con venature da Pink Floyd. La sintesi delle due anime del disco è Sunset Song, prima parte “da sogno” per poi aprirsi in un pezzo rock.

I Redroomdreamers propongono un  lavoro interessante, perché riescono a far convivere bene due anime differenti, oltre a battere un tipo di musica non per la maggiore in Italia. Forse dovrebbero evitare qualche rimando di troppo ai Pearl Jam e ai Pink Floyd, tuttavia va lodato l’impegno e lo sforzo di proporre qualcosa di diverso nel panorama nazionale. Bravi.

 

Gli ultimi articoli di Matteo Valeri

Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Matteo Valeri
Articoli: 50