Princess (ft. Goblin)

Princess (ft. Goblin)

s/t

(Swan Edition)

progressive rock, rock

_______________

Princess (ft. Goblin)Freddie Wolf è una vecchia volpe dell’underground musicale (ex Stick it Out & New Babylon) e in buona compagnia del bassista Orlando Monteforte ha dato vita ai Princess, che per il loro disco d’esordio hanno coinvolto i Goblin.

In realtà i Princess arrivano a quest’album dopo almeno due anni di intensa attività live, periodo che li ha visti sperimentare in lungo e in largo nella realizzazione della sintesi musicale di due delle loro grandi passioni: l’hard rock tinto di metal classico (a-la Iron Maiden) e il progressive rock.

I Goblin di Pignatelli, Guarini, Morante & Marangolo suonano al completo nel brano God save the Goblin, mentre i singoli musicisti si producono in featuring sparsi qui e là nel resto della tracklist, che in quasi 50 minuti funge da vero e proprio bigino di un modo di fare musica tacciato da tanti di essere desueto, ma che invece si rivela immarcescibile più che mai, complici i tantissimi fan sparsi in tutto il mondo.

I 12 brani di Princess sputano fuoco, fiamme e potenza, gusto per arrangiamenti come i Queen insegnano e una certa dose di teatralità che si presta a trovate sceniche pronte ad infiammare le platee.

Insomma, nulla di nuovo sotto il sole, ma tantissima tecnica al servizio di una creatività libera di scegliere di esprimersi in territori sì già battuti, ma in cui qualcosa si può ancora dire.

 

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
, , ,

About Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock. Parola d'ordine: curiosità. Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)
View all posts by Massimo Garofalo →