Portfolio: The Standing Babas

Album d’esordio per gli emiliani Portfolio, che riversano nei loro brani (strumentali e non) un sound peculiare in bilico tra l’elettronica degli inizi e la raffinatezza del jazz, passando per le terre di mezzo di rock e trip-hop

Portfolio

The Standing Babas

(Cd, Thisistheland)

shoegaze, trip-hop

_______________


Portfolio- The Standing BabasC’è tanta Emilia nei Portfolio, quella che negli ultimi anni si è cucita addosso sonorità tutte sue e ha portato all’attenzione del mondo una nutrita schiera di realtà affascinanti. Ma c’è anche tanta internazionalità nel sound di questo gruppo della provincia di Reggio, che nasce come trio nel 2003, pubblica un EP nel 2005 e gira Italia e Croazia in tour nel 2007. Dopo aver modificato suoni e line-up, torna in studio per il primo full-length, The Standing Babas.

The Standing Babas è un mix di pezzi strumentali e cantati, che nascono comunque principalmente senza contemplare l’intervento della voce e con il fraseggio della tromba in primo piano. La band è però riuscita a trovare in Laura Loriga dei Mimes of Wine l’interprete perfetta per la propria musica e le intenzioni insite in essa. E’ infatti superfluo dire che in pezzi come Marnero e Ofelia la voce di questa artista rubi la scena, aggiungendo un tocco trip-hop al cantato (non a caso, una delle tracce si intitola Beth Gibbons ed è – ovviamente – un omaggio alla cantante dei Portishead).

Si diceva, all’inizio, di quanta Emilia ci sia in questo album: ascoltate Ognuno ha le proprie amicizie, unico brano in italiano, nel quale si racconta un fatto realmente accaduto a metà strada tra la liricità di Emidio Clementi e la descrittività degli Offlaga Disco Pax. Ma si è detto anche di quanto suoni internazionale: le melodie newyorkesi degli Interpol riecheggiano in State Uniti, così come il trip-hop dei Portished in Kim Novak.

“The standing babas everywhere around”: nel mantra finale della title track il simbolo di quello che la volontà umana può permettere di fare. Nel nome del gruppo emiliano, la sintesi di una perfetta amalgama che va dall’elettronica di fondo al jazz della tromba. Un biglietto da visita nazionale e internazionale (grazie a una parola uguale sia in inglese sia in italiano) di quanto di più rappresentativo c’è in un preciso momento nella vita di un musicista.

Gli ultimi articoli di Simona Fusetta

Condivi sui social network:
Default image
Simona Fusetta
Articles: 323