James Blake: Overgrown

Ventiquattro anni, inglese, musicista, cantante e produttore discografico con tanto talento da vendere. Di chi stiamo parlando? Di James Blake, che a distanza di due anni dal suo primo lavoro è tornato con il nuovo album dal titolo Overgrown confermando quanto di buono fatto vedere agli esordi

James Blake

Overgrown

(Cd, Polydor)

soul, electro

________________

James Blake- OvergrownL’ottimo esordio di James Blake, registrato con l’album omonimo , si conferma nelle undici tracce di Overgrown, che vedono anche la partecipazione di pezzi da novanta, come il rapper RZA e Brian Eno.

Overgrown è un pezzo ‘quasi’ acustico che esalta appieno le qualità vocali del ragazzo di Londra, coinvolgente al punto giusto, in un crescendo misurato.

Ovattata e ipnotica I Am Sold, che potrebbe essere tranquillamente un pezzo degli Xx.

In Life Round Here i due protagonisti assoluti sono il synt e la voce di James che creano una bella simbiosi armonica.

Originale e notevolmente interessante Take A Fall For Me una sorta di Rap-Soul-Ambient che vede la presenza del grande rapper-producer RZA a duettare con il singer londinese. Due voci diverse ma che si completano alla perfezione in uno dei pezzi migliori dell’album.

Retrograde segue lo schema della prima traccia, mentre elemento di rottura è DLM, una track che tende al soul, con la voce di James accompagnata dal piano e dai cori, un elemento di novità.

Il pezzo forte è Digital Lion, la più elettronica del lotto, prodotta dal mostro sacro Brian Eno e la sua mano sapiente si sente, eccome. Un pezzo ossessivo e ripetitivo che ti entra nella testa, che dimostra come il cantante inglese sappia adattarsi a più generi diversi.

Voyeur è un guazzabuglio allegro e colorato. Parte come un pezzo ambient, prima del crescendo costituito da un mix di suoni diversi che si uniscono tra loro. Veramente indovinato.

To The Last ti rapisce con le sue sonorità, mentre Our Love Comes Back è un’altra traccia semi-acustica.

Chiude il tutto la bonus-track Every Day I Ran un mix di elettro-rap per certi versi geniale.

A volte è sempre difficile confermare quanto di buono fatto vedere agli esordi. Tuttavia James Blake dimostra, con un lavoro all’altezza del precedente, di avere le capacità di un veterano nonostante i suoi soli 24 anni. E la chiave di lettura sta nella misura. Senza bisogno di strafare particolarmente mette in mostra ugualmente la sua bravura, con qualche tocco di originalità che non guasta mai. Sentiremo ancora parlare di lui.

Gli ultimi articoli di Matteo Valeri

Condivi sui social network:
Default image
Matteo Valeri
Articles: 50
Available for Amazon Prime