Interferenze: Trilogy – Green Fragments

Condivi sui social network:

Interferenze

Trilogy: Green Fragments

(CD, Autoproduzione)

rock, industrial

[starreview tpl=16]

________________

green_fragmentsIl nuovo percorso degli Interferenze inizia con un passo deciso ed ambizioso. Il primo capitolo di una trilogia. Non si parla di concept, almeno per adesso. Da un punto di vista musicale i suoni di Green Fragments sembrano aver avuto un’evoluzione verso una maggiore tranquillità e pacatezza.

Rimane il fatto che, al primo ascolto, mi sembra di avere tra le mani un CD di outtakes dei Nine Inch Nails di Fragile o The Downward Spiral. Che gli Interferenze siano degli estimatori, direi dei discepoli, di Trent Reznor, mi sembra più che palese e non fa che loro onore.

In questo nuovo capitolo fanno anche un passo avanti con due episodi che hanno dei dettagli personali: Hopes in November e Hush, due belle canzoni che hanno qualcosa in più, delle modulazioni che le rendono un po’ più personali del resto del disco.  Anche le parole dei testi di tutto il lavoro, che non possono certo parlare di amori estivi, hanno un maggior equlibrio e, nonostante alcune piccole imprecisioni linguistiche, sono ben strutturati ed adattati alla lingua inglese.

Hanno abbandonato l’italiano? Vedremo con i prossimi episodi della trilogia.

Bello anche il brano strumentale centrale che dà il titolo all’album. Per le liriche il loro punto di riferimento sembra essere più Robert Smith, con quelle “macchie nella memoria” e quella “speranza di segretezza” all’interno della stessa canzone, che insieme a Trilogy sono indizi di una passione per l’autore di un capolavoro come Disintegration.

Un bel disco, che non fa fare un passo avanti alla musica italiana cantata in inglese, ma che definisce in maniera più precisa e convincente il progetto Interferenze.


Ascolta l’album:

Gli ultimi articoli di Antonio Viscido

Condivi sui social network:
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.