Dyonisis: The Intoxicated EP

Con l’EP The Intoxicated i Dyonisis ritornano alla grande, apportando nuovo ossigeno alle atmosfere un po’ stantie del gothic rock. Il quartetto di Sheffield arricchisce le proprie canzoni con i samples sognanti e ipnotici, propri del trip hop e reminescenze vocali anni ’70

Dyonisis

The Intoxicated EP

(CD, Self released)

gothic rock, post rock, trip hop

_______________

I Dyonisis non mi erano sfuggiti con il loro primo lavoro omonimo del 2007, li avevo trovati promettenti e interessanti sebbene dal punto di vista vocale, presentassero qualche lacuna.

Con l’EP The Intoxicated, i Dyonisis ritornano alla grande apportando nuovo ossigeno alle atmosfere un po’ stantie del gothic rock.

Il quartetto di Sheffield ricorda i Theatre of Tragedy del periodo elettronico, ma invece dell’industrial, i Dyonisis prediligono i samples sognanti e ipnotici propri del post rock e del trip hop.

I cori e le voci delle due cantanti aggiungono alle consuete melodie gotiche, deliziose reminescenze psichedeliche anni ’70, particolarmente riconoscibili in Smart Mouth, il mio track favorito.

The Intoxicated racchiude molte piccole sorprese, dettagli e sfumature; il piacere accresce esponenzialmente ascolto dopo ascolto. Oscuro e creativo, innovativo e malinconico.

Gli ultimi articoli di Luca Della Casa

Condivi sui social network:
Default image
Luca Della Casa
Fin da piccolo volevo fare il parrucchiere per cani poi però, per ragioni di salute, mi sono dedicato alla pornografia messicana che è la più sordida e squallida del pianeta. Un uomo e un perchè. Brutto ma buono con un forte odore di zolfo. A floating Brain.
Articles: 17
Available for Amazon Prime