RockShock

Deaf Autumn: The Shape

Iolanda Pompilio 31 gennaio 2018 Recensioni Cd, Video
Deaf Autumn- The Shape

Deaf Autumn

The Shape

(This Is Core Records)

post-hardcore

_______________

 

Deaf Autumn- The ShapeI Deaf Autumn sono una band fondata in Italia durante l’autunno del 2013. Tre musicisti che si sono riuniti in un trio di potere della musica post-hardcore con un sacco di influenze rock, nu metal e punk. All’inizio la band è stata fondata dai due cantanti Davide Ricci (chitarre e voce) e Davide Torti (basso e voce, urla e ringhi) prima che Davide Ciccarelli (batteria), un giovane batterista di talento, si unisse alla band.

Grazie all’etichetta This Is Core Records hanno dato vita all’album di debutto What was to Know il quale è stato rilasciato dalla Red Music Distribution.

Dopo un un cambio di line up, cambiando il batterista con Antonio Paliotta e aggiungendo un nuovo chitarrista, Alessio Scala, la band ha creato il secondo full-lenght album ancora una volta sotto la This Is Core Records che ha rinnovato la fiducia nella band.

L’album in questione, The Shape, è formato da dieci tracce una più potente dall’altra, dove l’armonia tra la parte vocale e la parte musicale è perfetta nonostante la tipologia di urla e ringhi classici del genere, plauso al gruppo per questo sposalizio a dir poco perfetto.

Ogni canzone che ho ascoltato mi ha dato carica, mi è piaciuta in tutto, sia dal punto di vista musicale cosi come alla chitarra o alla batteria per niente invasiva, cosa che di norma invece prevale e non poco nella stragrande maggioranza delle band.
Come al solito mi auguro di vederli in live così da poter confermare il mio giudizio, intanto vi invito ad ascoltare qualcosa di loro e a seguirli sui vai social cosi da scoprire quando suoneranno nelle vostre vicinanze.





Gli ultimi articoli di Iolanda Pompilio

Deaf Autumn: The Shape il 31 gennaio 2018 votato 3.9su 5
Condivi sui social network: