Razzalatina: Fino A Prova Contraria

Passione, decisione, puro hip hop nostrano gli elementi chiave di questo incandescente album

Razzalatina

Fino A Prova Contraria

(Cd, La Raffineria)

hip-hop, rap, hardcore

_______________

razzalatinaLi avevamo lasciati nel 2001 con il demo Razzalatina e qualche anno più tardi, nel 2004 con un singolo in vinile. Oggi tornano con il primo vero album, Fino a prova contraria. Una prova che l’hip hop italiano di qualità, esiste e resiste.

Non lasciano spazio a fraintendimenti i Razzalatina, trio hip hop milanese, che si autodefiniscono sin dall’intro artigiani che arrangiano la musica proprio come si faceva un tempo in bottega. E ci riescono con l’uscita di Fino a prova contraria. Dodici tracce più una ghost track per un album carico, intenso, di puro rap fatto di bassi hardcore, di testi che affrontano temi come il precariato, la droga, gli affetti, le sfide quotidiane per emergere in un mondo ostile ma che tuttavia, come si percepisce nell’ultimo brano, Il traguardo, lasciano spazio alla speranza.

Alessandro in arte Cneo, mc del gruppo, Giovanni in arte Sberla che ha curato le produzioni e Tito, storico dj della formazione milanese, non hanno bisogno di sproloquiare,   come spesso accade in questo ambiente, per far sentire la potenza della loro musica. A farlo ci pensano le voci dei due mc, che si incastrano perfettamente, e le basi hardcore che alternano suoni della east coast a suoni della west coast americana in perfetta sintonia.

Si parte con Due più due un pezzo forte e ipnotico in stile Wu-tang clan passando per Curiosi, accusa ai voyeur delle vite altrui dove Cneo e Sberla, si alternano in un freestyle doppio. Serafico l’interlude strumentale a effetto musica dal vivo che apre le porte alla seconda parte dell’album e a Toxx Up, pura satira in cui i Razzalatina strizzano l’occhio con il parallelismo droga-musica autodefinendosi spacciatori sì, ma di vero rap bianco e dove la voce di Deleterio, volto noto del panorama hip hop nonché produttore e coordinatore anche dell’album, interviene cadenzando il pezzo.

Continua l’ironia in Non fa per me, dove Sberla e Cneo danno prova di assoluta libertà espressiva, trattando con sarcasmo la tematica del rapporto arte-commercio. Spazio anche agli affetti (e alle citazioni culturali dal Willy Fog di Giulio Verne ai miti greci) in Per la mia gente sempre in collaborazione con Deleterio.

Emotiva ma carica Aspettando che il peggio passi che dà il via a una parte più intima dell’album. Mutevolezza della vita, amori perduti in Dolcezza dove il loop si fa avvolgente, ma il beat resta martellante. Terza e ultima parte dell’album con l’interlude-fino a prova contraria sulla scia di Glory Box dei Portishead.

Ed infine, Il traguardo, che precede anche la ghost track Vedo, che annuncia la chiusura dell’album con le trombe che lasciano spazio alle rime di Cneo. Un pezzo che nonostante il disincanto che si respira nell’album sa di luce, di porte aperte, di sfida.

Insieme dal 1999, sono stati presenti con performance live partecipando alle maggiori jam hip hop.

Bravi, un album denso, energico. Attendiamo i nuovi live.

http://www.myspace.com/razzalatina

Gli ultimi articoli di Valentina Generali

Condivi sui social network:
Default image
Valentina Generali
mamma giornalista e rock and roll
Articles: 50
Available for Amazon Prime