Mokadelic: MarPiccolo

I Mokadelic hanno prodotto molto più di una colonna sonora. MarPiccolo è un disco di "post-rock divulgativo", un album ricco di fughe oniriche e divagazioni ambientali

Mokadelic

MarPiccolo

(Cd, Cam)

post-rock

_________________

mokadelic_marpiccoloSe questo fosse il gioco dei perché dovremmo iniziare chiedendo: perché un gruppo come i Mokadelic hanno in home page un annuncio in cui cercano un management e un booking? Perché un gruppo come i Mokadelic se lo filano in (troppo) pochi? Perché non riescono a pubblicare altro che colonne sonore?

Le fanno benissimo, le colonne sonore, intendiamoci, ma sarebbe ora che una band così trovasse uno spazio (anche) diverso.

“Scoperti” da Salvatores per la colonna sonora di Come Dio Comanda, i Mokadelic sono attivi da ben nove anni, periodo in cui hanno partecipato a diverse compilation, salvo poi approdare alla sonorizzazione di un corto e poi del film di Salvatores e ora del bel lavoro di Alessandro di Robilant, MarPiccolo.

La loro musica, se volete, è una specie di invenzione dell’acqua calda: si tratta di un post-rock (apparentemente) già sentito ma … Ma i Mokadelic hanno decisamente una marcia in più.

Le loro aperture ambientali e le loro fughe oniriche rendono questo disco godibilissimo anche ai non adepti al verbo di Chicago e dintorni.

A parte alcuni frammenti che forse fuori dal film hanno poco senso (Zumo Drive, ad esempio), MarPiccolo è un disco squisitamente cinematografico: invita (quasi obbliga) l’ascoltatore alla produzione di immagini mentali.

Bravi, bravi, bravi. Cercate questo disco, ascoltatelo, riascoltatelo, amatelo, fatelo conoscere ai vostri amici.

Ascoltate alcuni assaggi del disco qui.

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Massimo Garofalo
Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock.
Parola d'ordine: curiosità.
Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)

Articoli: 770