Il Vortice: Dodici Gradi Di Grigio

Arriva dopo sette anni il secondo album del trio napoletano: 12 brani plumbei cosparsi di chitarre indie che mostrano istantanee dalle tonalità grigie

Il Vortice

Dodici Gradi Di Grigio

(Cd, I Make Records)

indie rock

________________

Profondamente influenzato da sonorità a metà tra Tool, Verdena, Marlene Kuntz, il trio campano de Il Vortice rilascia un secondo album in studio pubblicato dalla esordiente I Make Records. Album ombroso, composto da dodici pezzi ottimamente suonati, proponendoci escursioni timbriche sperimentali che conferiscono ai brani atmosfere dure, soffuse, che filano fugaci in un “vortice” di oscurità musicale.

Il disco si apre con un minuto di raccoglimento sonoro che introduce La Struttura del Vuoto, un brano di chitarre focose e passionali in maniera inquietante. In L’Equazione troviamo un brano dalle atmosfere dolci e giochi di dissonanze con un finale roccioso. Più rock e diretto invece il successivo Dentro.

I brani si susseguono tra melodie oniriche (Etere, L’Altro), episodi strumentali (Caratteri), reading (Beautiful Sadness) e brani di maggiore temperamento (Inlamina) che spazzano via le melodie striate da chitarre dure e sommesse, intrecci vocali sorretti da fraseggi melodici, canzoni straziate da atmosfere dimesse.

La musica della band campana espone un corollario di suoni acuti e vibranti, un miscuglio di immagini evocative che raccontano angolazioni introspettive intense e a tratti poetiche.

Un disco consigliato a chi predilige atmosfere tormentate guidate da un rock alternativo e dissonante, con cambi ritmici e un suono pulito e graffiante.

Sito web: www.ilvortice.net

Myspace: www.myspace.com/ilvortice

Gli ultimi articoli di Luca Paisiello

Condivi sui social network:
Default image
Luca Paisiello
Articles: 437
Available for Amazon Prime