Godsplague: H8

Ennesimo gruppo di origine finnica, i Godsplague presentano il loro nuovo avvincente Lp, confermando l'alto livello qualitativo del metal made in estremo nord.
Condivi sui social network:

Godsplague

H8

(Cd, Stay Heavy Records, 2008)

metal, groove

_______________

godsplague100x100Le recensioni di album come H8 – terzo Lp dei finlandesi Godsplague – sono quelle più semplici da fare, poichè l’ascolto del disco ti aiuta a trovare i termini da utilizzare con estrema semplicità.

Undici brani parecchio incazzosi, trentasette minuti di musica che se da un lato scivolano via, dall’altro lasciano il loro marchio nei timpani dell’ascoltatore.

H8 è un album sostanzialmente metal, con la presenza – a volte anche solo velata o sfiorata – di alcuni sottogeneri, dal groove (richiami a Pantera e Machine Head) al nu (impronte di System of a Down).

Dal punto di vista tecnico – sinceramente – solo applausi per il quartetto finnico: il versatile vocalist Nico Hartonen si trova a suo agio sia col potente growl che con una più naturale voce melodica, la chitarra che sa disimpegnarsi tra riff statici ed ottimi assoli,la parte ritmica gagliardamente sincronica e sempre all’assalto.

H8 – in conclusione – è un album interessante, originale e pieno di spunti positivi, una prova di maturità superata dai Godsplague.

Gli ultimi articoli di Diego Angelino

Condivi sui social network:
Default image
Diego Angelino
Articles: 28
Available for Amazon Prime