Geoffrey De Vai: recensione di Respira Il Mio Respiro

Geoffrey De Vai è un cantautore italo francese da seguire con attenzione: sembra avere la strada tracciata per un futuro decisamente roseo.

Geoffrey De Vai

Respira Il Mio Respiro

(VRec)

canzone d’autore

________________ 

Geoffrey-De-Vai-recensioneGeoffrey De Vai è un cantautore italo francese che, dopo l’esordio del 2014, ritorna in maniera prepotente sulla scena musicale con il suo secondo lavoro dal titolo Respira Il Mio Respiro.

Pur non essendo un album rock, questo disco si lascia ascoltare piacevolmente. Ci si muove su coordinate prettamente cantautorali, ma che strizzano l’occhio ad un pop gradevole che non sfocia mai nella banalità.

Ad avvalorare la tesi in questione, vi sono collaborazioni di tutto rispetto all’interno di questa fatica, vedi quella con il bassista degli Afterhours Roberto Dell’Era che partecipa in Oltre, oltre all’ospitata di Massimo Luca, storico chitarrista di Lucio Battisti, in Uccidimi, pezzo del lotto tra i meglio riusciti.

Ci sono anche momenti molto sperimentali che rimandano a certe cose dei Nine Inch Nails (Nine Teen), mentre in altre situazioni si riaffacciano i primi Subsonica, vedi D.S.E. che ha al suo interno la collaborazione con il rapper italiano Esa El Presidente.

Nel finale, grazie a canzoni decisamente sopra la media come Vuoti Amari e Lo Stato Delle Cose, la qualità cresce ancora di più e questo fa capire come nel nostro paese ci sia ancora spazio per cantautori di un certo rilievo.

La bravura sta nell’andarli a trovare e scovare nel mare magnum delle proposte che arrivano da ogni dove. Sicuramente Geoffrey De Vai è uno di quegli artisti da seguire con attenzione, perché sembra avere la strada tracciata per un futuro decisamente roseo.

Gli ultimi articoli di Francesco Brunale

Condivi sui social network:
Default image
Francesco Brunale
Articles: 155