Duocane: recensione di Teppisti In Azione Nella Notte

I Duocane rappresentano una delle realtà più interessanti che l’Italia del sottobosco underground ha tra le proprie fila.

Duocane

Teppisti In Azione Nella Notte

noise, math-rock, stoner

 ________________

duocane-teppisti-in-azione-nella-notte-reensioneI Duocane rappresentano una delle realtà più interessanti che l’Italia del sottobosco underground ha tra le proprie fila.

Teppisti In Azione Nella Notte è il primo lavoro sulla lunga durata del duo pugliese che, come era nelle previsioni della vigilia soprattutto per chi li segue da qualche anno, non fa sconti a nessuno in relazione all’impianto musicale messo su.

Gli undici pezzi che si trovano all’interno del platter sono tosti, spigolosi e poco melodici. Anzi, ad essere sinceri, pare che guardino alle lezioni impartite negli anni scorsi da gente come i Jesus Lizard (Algo Ritmo), gli Shellac e i soliti Sonic Youth.

Non mancano anche momenti dissacranti come quelli rappresentati da Neqroots, omaggio neanche tanto troppo velato all’ex calciatore del Bari Rachid Neqrouz del quale si raccontano imprese calcistiche e altro ancora.

https://youtu.be/tHKNvEVT8bA

 

Ci sono anche soluzioni che non ti aspetti con l’introduzione di strumenti non proprio convenzionali per il genere noise e malato proposto, vedi Old Man Yells At Cloud dove compaiono strumenti ad archi in purissimo stile Six Minute War Madness.

7 70021 è un brano orchestrato alla loro maniera molto dissonante, mentre Zona Giallo Rossa potrebbe essere perfetta come colonna sonora per un film italiano d’azione degli anni settanta.

Le soluzioni che ne vengono fuori, dunque, sono numerose e piene di originalità, pur se sempre legate a canovacci già ascoltati in passato da altri musicisti di nicchia.

Ad ogni modo tutto questo bel mescolare rende l’album in esame interessante e pieno di spunti mai retorici. Inoltre esso va ascoltato in numerosissime circostanze e non deve essere ingiustamente riposto nel cassetto dopo averlo fatto girare nel lettore CD una sola volta dopo l’acquisto. Qui dentro ci sono tante belle cose che vanno apprezzate lentamente.

https://www.facebook.com/duocanemusic

Gli ultimi articoli di Francesco Brunale

Condivi sui social network:
Francesco Brunale
Francesco Brunale
Articoli: 188