Crisma 33: Empty Roads

I napoletani Crisma33 con Empty Roads ci svelano cosa suona nel sottosuolo della loro città

Crisma 33

Empty Roads

(Cd, C33 Studio)

elettronica, indie

________________

copert33I Crisma 33 sono una di quelle band che vivono la musica a 360 gradi, si trovano sulla scena da relativamente poco, ma alla loro attività musicale hanno affiancato, quasi da subito, quella di produttori, aiutando nell’attività d’incisione giovani band e fornendo ad altre, uno spazio suggestivo per suonare la proprio musica.

Il cuore di quest’iniziativa è “Il Crisma33 studio”, una vera e propria grotta situata nel centro di Napoli,  convertita a sala d’incisione e sala prove. Consiglio a tutti di visitare il MySpace e il Sito web di questo luogo suggestivo.

Dal loro inusuale quartiere generale, i Crisma, fin dal 2001, mettono a fuoco le loro visioni musicali e continuano un percorso che pare essere in costante evoluzione.

Partiti dal dub e dalle incursioni nel dialetto campano, i Crisma stanno approdando ad un sound sempre più rarefatto e sofisticato, molto vicino  a quello dei Subsonica più melodici.

La loro nuova fatica porta il nome di Empty Roads e la prima cosa che salta alle orecchie è la produzione brillante, che non fa trasparire l’origine indipendente del gruppo.

Empty Roads è cantato interamente in inglese, la musica elettronica è affiancata da un’interessante lavoro chitarristico ad opera di Carletto Natale: Dark Chamber, intrigante brano dalle atmosfere quasi trip hop.

Notevole anche la fusione tra il suono della batteria tradizionale e gli effetti sintetizzati nella scatenata Crash.

Non mancano gli episodi più di protesta nel brano A.Letter, scritto per Annalisa Durante, vittima di uno scontro di camorra nel quartiere Forcella di Napoli. Il ritornello è una citazione tratta dal diario della ragazza: “Mi rifugio qui nell’ultima pagina per essere l’ultima ad essere dimenticata”.

Aspettiamo con curiosità cos’ altro partorirà quest’ antro nel cuore di Napoli.

Gli ultimi articoli di Dario Baragone

Condivi sui social network:
Default image
Dario Baragone
Articles: 18