cEvin Key: la recensione di Resonance

cEvin Key (co-fondatore degli Skinny Puppy) con Resonance si circonda di ospiti - IAMX in testa - per realizzare una sorta di fotografia del presente, del passato e del futuro dell'industrial music.
Condivi sui social network:

cEvin Key

Resonance

(Artoffact)

industrial

______________

 

recensione cevin key resonanceSicuramente meglio conosciuto per essere stato il co-fondatore degli Skinny Puppy, leggendaria band industrial di Vancouver, cEvin Key nel corso degli anni ha sperimentato innumerevoli sottogeneri dell’elettronica con alcuni progetti collaterali più o meno centrati come Download, Plateau e The Tear Garden.

Il momento è propizio per presentare al grande pubblico il suo quinto album a suo nome, si intitola Resonance ed è una fusione emotiva incredibile di stili, generi e contaminazioni, arricchito da una serie di ospiti illustri che contribuiscono notevolmente a far volare alto il naturale talento di Key.

Night Flower avanza leggera e tremendamente dilatata dopo i beats trascinanti di Thirteen, traccia d’apertura e primo singolo estratto, nel groove intimo pennellato di riverberi e suggestioni mistiche galleggia soave la voce di Edward Ka-Spel dei Legendary Pink Dots che alterna cantilene sognanti a malie sinistre.

L’incantesimo prosegue, anzi si moltiplica a dismisura, con Anger Is An Acid, un gemito gonfio di sentimento incentrato sulla potenza distruttiva delle emozioni incontrollate e incontrollabili, l’incedere poderoso costruito sulle percussioni e l’orchestrazione perfetta di contorno sono il tappeto acustico ideale per una delle voci più toccanti del panorama odierno, parlo di Chris Corner, mente creativa del progetto IAMX nato dopo una lunga militanza negli Sneaker Pimps, capace di toccare le corde più profonde dell’animo umano con il suo modo personalissimo di masticare le note.

In Orange Dragonfly si riaccendono gli antichi fasti del suono Skinny Puppy, atmosfera che odora di spazio cosmico, una passeggiata virtuale sulla luna o su Marte, in ogni modo molto lontano dal qui ed ora, i campioni vocali inquietanti risuonano ossessivi nel lunghissimo strumentale interrotto da grida annebbiate di terrore mentre Thunderbird si muove tra le note di un pianoforte suonato a lutto e la grandeur dei synth.

Convince appieno l’altra traccia con IAMX, Dark Trail, sincopata e avvolgente così come il funky style di Tomahawk con i suoi inserti di vibes elettronici old school, scratch graffiati sul giradischi accompagnati dalle voci di Key e Traz Damji e Kullakan dove la vocalità intensa della cantante Tuvan Soriah sovrasta uno squelching elettronico irresistibile.

Poi arrivano Sorry, I’m Going To Think Positive immersa nel suo flusso di trame calde ed iper ritmate che si allungano e si contraggono sui crash del dub e Third Eye, una delle tracce più sperimentali dell’album, realizzata in coppia con Otto von Schirach (DJ, musicista IDM e breakcore), il ritmo frenetico a tratti si interrompe per riprendere esattamente laddove si era appena fermato mantenendo però fino alla fine una certa rigidità statica, da due maestri eterodossi dell’elettronica sperimentale mi sarei aspettata invece una straripante deflagrazione pirotecnica.

Il sipario si chiude sulla title track che di botto ci riporta sulla crosta terrestre con elementi ambient drone, sintetizzatori zuccherini, batteria precisa e numerosi effetti speciali, si entra nel loop della riflessione consapevole, la distruzione è imminente, bisogna agire finché c’è ancora tempo.

Resonance suona compatto dall’inizio alla fine senza un attimo di stanca, è un disco completo e complesso nel quale convivono in assoluta sintonia momenti di forte impatto sonoro e dilatazioni acustiche cupamente sentimentali, un lavoro capace di soddisfare i palati esigenti dei vecchi fans ma allo stesso modo di incollare all’ascolto i seguaci dell’ultima ora.

Resonance è la contestualizzazione dell’intero percorso artistico di cEvin Key invischiato come non mai nella ricerca sonora a tutto tondo, un punto fermo e tangibile come ripartenza verso un nuovo viaggio.

Ascolta Resonance, di cEvin Key

Gli ultimi articoli di Elisabetta Laurini

Condivi sui social network:
Default image
Elisabetta Laurini
Articles: 53
Available for Amazon Prime