Camouflage: Live in Dresden

In pieno revival synth-pop non poteva mancare all’appello un cofanetto deluxe (2 Dvd + 1 Cd) dei teutonici Camouflage

Camouflage

Live in Dresden

(2 Dvd + Cd, SPV/Audioglobe)

synt-pop

________________

Il synth-pop è in pieno revival, sull’onda lunga della moda che – stavolta – ha deciso che sono gli anni ’80 il periodo verso cui guardare al passato.

Già nel 2006, assenti sulle scene da undici anni, i Camouflage avevano provato a cavalcare l’onda del riflusso con un breve tour a casa loro, in Germania, prontamente filmato. L’avventura non ha avuto un seguito, ma ora è (forse) l’occasione buona per far uscire la ripresa della data di Dresden, con in più un Dvd zeppo di documentari, show tv e tutti i videoclip del gruppo. Inoltre, diciassette dei 23 pezzi in scaletta sono anche ripresi in un Cd audio che rende questo cofanetto una vera e propria deluxe edition.

Chiariamolo subito: i Camouflage non sono mai stati dei geni, sempre troppo all’ombra dei Depeche Mode, che a volte scimmiottano in maniera imbarazzante.

Dove riescono bene è nello sciorinare una serie di ritornelli azzeccati su ritmiche vagamente dance, ma quando si prendono troppo sul serio o si annidano eccessivamente solo l’ala rassicurante di quanto già trattato da Martin Gore e soci … beh, allora la faccenda diventa difficilmente difendibile.

Le riprese video, effettuate in un club, sono sufficientemente varie e pulite (mentre per gli altri documenti la qualità è, comprensibilmente, variabile), il light-show semplice ma d’effetto, l’audio (DTS e Dolby Digital entrambi presenti) seppur abbastanza curato offre davvero pochi spunti di interesse per gli appassionati del 5.1.
Insomma, un cofanetto per appassionati e nostalgici.

Il trailer del Dvd.

CAMOUFLAGE “Live In Dresden” Teaser

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Default image
Massimo Garofalo
Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock. Parola d'ordine: curiosità. Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)
Articles: 638
Available for Amazon Prime