Volcano!: Paperwork

La spassosa follia avanguardistica dei Volcano!

Volcano!

Paperwork

(Cd, Leaf, 2008)

avant-rock

_______________

Il sophomore album dei Volcano! conferma quando di buono era stato già detto all’epoca dell’esordio Beautiful Seizure (era il 2006). Anzi, la band si spinge ancora oltre producendo un altro lavoro contorto, storto, avanguardistico, in definitiva spassosissimo, diviso tra sfuggenti simmetrie e ben più imponenti asimmetrie. Aaron With è un crooner subdolo, è un Thom Yorke deviato, è un Justin Timberlake stralunato e ubriaco. Gli strumenti suonano e mescolano di tutto, dal noise più fuori di testa al funky-soul più torrido.

L’ascolto di Paperwork è un’esperienza avventurosa, faticosa ma alla fine decisamente appagante. Il caos musicale non è mai stato così seducente, anzi, divertente. I volcano! sono infatti intrattenimento puro, producendo una musica tanto colta quanto “indie” nel senso più grezzo del termine. Come dire istinto e follia da una parte, e freddissimo studio delle strutture (c’è puzza di prog un po’ ovunque) dall’altra.

Originalità, teatralità, isteria, assenza quasi totale di compromesso, anche se in verità una certa attitudine pop non viene mai messa da parte del tutto (anzi, in qualche strano modo traspare eccome!). Paperwork è questo è davvero molto altro.

Per chi vuole smarrirsi nella musica senza incupirsi, ballando, sudando e distruggendo la propria camera o la spalla del proprio amico.

Gli ultimi articoli di Luca Morello

Condivi sui social network:
Default image
Luca Morello
Articles: 7