Siranda: La Scatola del Male

Condivi sui social network:

Siranda

La Scatola del Male

(Autoproduzione)

rock, progressive rock

_______________

Siranda In un panorama, quello della musica italiana, per gran parte saturato dalle produzioni pop in stile sanremese o, peggio, dai prodotti di talent sempre più scontati e ripetitivi, fa sempre piacere imbattersi in una produzione schietta e genuina pensata con spontaneità.

Parliamo dei siciliani Siranda e del loro primo full lenght La scatola del male, auto-produzione disponibile fatta di chitarre hi-gain, sonorità incisive e tanta energia: del buon hard-rock, finalmente, tutto all’italiana.

Basta ascoltare la opening track e il pensiero vola subito a Piero Pelù e ai suoi Liftiba, uno di quei gruppi che la definizione di rock all’italiana l’hanno creata, con atmosfere che – dai testi alla voce agli arrangiamenti stessi – coniugano perfettamente il sapore mediterraneo con le sonorità più amare e cupe della new-wave anni ’80.

Non è sicuramente un disco pretenzioso e, nonostante una certa ricerca stilistica con arrangiamenti non banali, non dice niente di troppo nuovo, ma è proprio questo che ci piace: anche se non cambierà le sorti della musica è un prodotto sentito, vero, che arriva alle orecchie e al cuore dell‘ascoltatore senza compromessi e, specialmente, senza la pretesa di voler impressionare ad ogni costo.

I quasi cinquanta minuti di musica si susseguono con brani che mantengono tutti una certa coerenza stilistica e che vanno dal classico hard rock più spinto con ritmiche serrate e presenti a ballad dal più largo respiro. Belle e caratterizzanti le venature prog che permeano un po’ tutto il percorso e che in alcuni momenti escono più prepotenti, rifacendosi a tratti ai Pink Floyd primo periodo e a tratti all’italianissima PFM.

Unica nota dolente, in un parco strumenti di tutto rispetto, sono le chitarre soliste che un po’ peccano in incisività e, visto il genere, avrebbero potuto osare di più. Se vi sta venendo voglia di questa wave mediterranea dall’energia rock, La scatola del male è acquistabile online e si può ascoltare su tutte le piattaforme di streaming o, perché no, direttamente in concerto.

Gli ultimi articoli di Davide Contu

Condivi sui social network:
, , ,