Sinezamia: La Fuga

I Sinezamia propongono un rock cupo, figlio del rock-wave dei Litfiba e del dark inglese anni '80. Arrivano fuori tempo massimo?

Sinezamia

La Fuga

(Cd, Autoproduzione)

rock, wave

_______________

Sinezamia- La FugaI Sinezamia sono una realtà autoprodotta del mantovano. Attivi dal 2004 e con alle spalle due EP, il 2012 è l’anno del loro album di debutto La Fuga.

I precedenti lavori hanno goduto di buon successo, con concerti qua e là in Italia e recensioni positive. I cinque hanno ricevuto particolare attenzione anche dall’estero: i Sinezamia sono stati inseriti nel libro “Music To Die For” di Mick Mercer (noto giornalista inglese appassionato di musica dark).

E’ appunto la musica gotica che dà il suono a questa band; le canzoni sono cantate in italiano e i testi sono il punto di forza dell’album. La loro musica presenta molte (troppe) analogie con la rock-wave dei primi Litfiba (soprattutto lo stile vocale). Un’altra influenza è quella dei Diaframma di Federico Fiumani; in ambito internazionale invece il riferimento è la scena dark inglese, come Sisters Of Mercy (in Ghiaccio Nero), The Cure (in Nella Distanza) e Joy Division.

Il gruppo tocca l’apice nella distorta Venezia, dove le tastiere giocano con un ritmo paranoico e ossessivo, mentre venti sinfonici spirano qua e là nel brano.

Ci troviamo di fronte ad un disco che se fosse uscito negli anni ’80 avrebbe avuto un valore ben maggiore. Le tastiere, gli assoli, testi poetici giocano un ruolo fondamentale nell’equilibrio dell’album La Fuga, ma la sensazione è quasi sempre quella di avere tra le mani qualcosa di già sentito.


Gli ultimi articoli di Alessio Morrone

Condivi sui social network:
Default image
Alessio Morrone
Articles: 172