New Adventures In Lo-Fi: So Far

New Adventures In Lo-Fi danno la luce al primo LP intitolato So Far, una raccolta di ballate in salsa agrodolce

New Adventures In Lo-Fi

So Far

(Stop Records, W//M, Cheap Talks)

indie-folk

_______________

[youtube id=”bf_FtVwNAyk” width=”620″ height=”360″]

New Adventures In Lo-Fi- So FarDopo svariati EP, e alcune cover in album tributo (la più importante è senz’altro Medicine Bottle dei Red House Painters), i torinesi New Adventures In Lo-Fi danno la luce al primo LP intitolato So Far.

La band, attiva dal 2011, si inoltra nei meandri di un indie-folk all’insegna della malinconia, con uno scheletro di distorsioni che rimandano ad un sound alt rock.

L’agrodolce e acustica Expectations fa da contraltare per esempio al brioso indie di Fall Down, ma senza mai incidere davvero. La successiva Back To The Wall prova a dare una sterzata con la sua struttura dinamica ma alla fine rimane soltanto un tentativo.

Average mostra relativamente il lato più aggressivo dalla band torinese, ma è qualcosa di cui le radio college americane sono piene. Se l’intro della delicata Daffofils ricorda qualche accordo Oasisiano, le ballate distorte Klondike e Nobody’s Rest sono abbastanza melense.

Dopo un’impalpabile folk acustico con tanto di banjo di Shoe In, si arriva così alla fine del disco, forse il brano che svetta su tutti: Woody Guthrie’s New Year’s Resolutions, Circa 1942 è una ballata eterea godibile, imprezionista anche dalla soffice tromba di Ramon Moro (dei torinesi 3quietmen).

So Far è un album di ballate monotone che cercano di creare un’atmosfera agrodolce: il tentativo dei New Adventures In Lo-Fi riesce quasi sempre ma il problema è che produce l’effetto noia dopo poco tempo.

L’album è in free download qui.

Gli ultimi articoli di Alessio Morrone

Condivi sui social network:
Default image
Alessio Morrone
Articles: 172