Miles Kane: Don’t Forget Who You Are

Dal look alla musica, Miles Kane è 100% british style. Questo Don't Forget Who You Are è imperdibile per tutti gli amanti delle sonorità che hanno fatto grande l'Inghilterra

Miles Kane

Don’t Forget Who You Are

(Cd, Sony)

indie rock, brit-pop

________________

[youtube id=”zj5RKp0inTw” width=”620″ height=”360″]

Dopo l’esordio datato 2011, Miles Kane, già nei The Rascals e nei The Last Shadow Puppets con Alex Turner degli Arctic Monkeys, torna col nuovo lavoro intitolato Don’t Forget Who You Are.

Il sound è quello tipico british che ha sempre caratterizzato le sue produzioni, un sound molto orecchiabile e raffinato.

Melodie immediate e ritornelli che restano nelle orecchie sono la caratteristica principale delle prime tracce Taking Over e Don’t Forget Who You AreBetter Than That suona esattamente come farebbero i Kinks nel 2013.

La ballad Out Of Control, di chiaro stampo “Gallagher” introduce la beatlesiana Bombshells. Sono evidenti i riferimenti alle band che hanno fatto grande l’Inghilterra come Kinks, Animals, Beatles ma anche com T.Rex e The Jam soprattutto nelle seguenti Tonight e What Condition Am I In?

100% britpop è Fire In My Heart, scritta con Paul Weller (come la successiva You’re Gonna Get It) che suona anche il piano nel brano. In chiusura l’energica Give Up,  già uscita svariati mesi fa come gustosa anteprima dell’album e la bellissima e vivace Darkness In Our Hearts.

Don’t Forget Who You Are di Miles Kane è un album da non perdere per tutti gli amanti delle sonorità della terra d’Albione.

 

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Default image
Fabio Busi
Articles: 362
Available for Amazon Prime