Gran Rivera: Pensavo Meglio / Pensavo Peggio

Gran Rivera

Pensavo Meglio/Pensavo Peggio

(This Is Core)

Indie Rock


_______________

pensavo-peggioLa formula del doppio EP fatto uscire nello stesso formato fisico pare stia prendendo piede. Questo è il secondo caso che mi passa per le orecchie; il primo EP si chiama Pensavo Meglio, il secondo Pensavo Peggio ed insieme danno vita (andando al sodo) al secondo album dei milanesi Gran Rivera.  Loro sono quattro trentenni che raccontano la vita da trentenni, tra le serate sui Navigli e convivenze finite male.

Pensavo Meglio/Pensavo Peggio è composto da otto brani scritti e registrati nei due anni che lo separano dal precedente esordio. Il sound è indie rock, un po’ anni ’90, molto statunitense negli arrangiamenti. I testi invece hanno una costruzione molto colloquiale, come va di moda oggi, e sono infarciti di immagini ironiche assurde e giochi di parole e qualche nonsense. Sono liriche schiette e dirette che raccontano, come si fa ad un amico, la difficoltà di crescere e di fare i conti con la propria indipendenza. Serie TV per scandire il tempo che passa, lo stato di salute del rosmarino sul balcone a dimostrare di saper badare a se stessi.

I Gran Rivera raccontano il precariato sentimentale, quello di quando (come urlano loro) si ripara tutto con lo scotch. Questi otto brani sono fotografie un po’ malinconiche di una Milano che cambia, mentre stiamo seduti sul divano a giocare ai videogame o a guardare vecchi film di Celentano. Mentre la roba da stirare aumenta e farsi da mangiare vuol dire il più delle volte asporto. Quando In Fondo Al Naviglio Non C’è Niente e pensare ad un figlio mette paura tanto quanto avere dei sogni, le relazioni che finiscono lasciano vuoti e problemi logistici per i quali non si è pronti.

Trentatrè anni sono davvero troppi per suonare ‘sta musica qua? Si direbbe di no. Dopo tutto procrastinare tutto è il segno distintivo della nostra generazione, poco importa che si tratti di sparecchiare o provare a vivere di musica.

Pensavo Meglio/Pensavo Peggio per ora è solo in versione digitale, ma probabilmente se andrete a vedere i Gran Rivera dal vivo troverete già il vinile al loro banchetto, ché comprarne uno è sempre un ottimo argomento di discussione quando vuoi far colpo.

 

Gli ultimi articoli di Antonio Serra

Condivi sui social network:
,