Cold Cave: Cherish The Light Years

Claustrofobico, cupo e… viscerale: tra atmosfere "vintage" e sonorità artificiali, Cherish The Light Years sorprenderà ogni ottantofilo come un piacevole déjà-vu

Cold Cave

Cherish The Light Years

(Cd, Matador)

synth pop, new-wave, post-punk revival

____________

Cherish The Light YearsL’onda revival imperversante in questo ultimo decennio sembrava irrimediabilmente destinata ad emettere il suo canto del cigno stagliandosi contro i bagliori crepuscolari delle luci della ribalta. Eppure a parlare sono i fatti, che dicono esattamente il contrario. Trovandosi di fronte al secondo capitolo del progetto Cold Cave è anzi doveroso sottolineare che si tratta di un vero e proprio ritorno alle origini in grande stile.

A due anni di distanza da Love Comes Close, arriva Cherish The Light Years, un album nel quale riecheggiano sicuramente i migliori frutti musicali che gli 80s abbiano mai potuto partorire: nel ventaglio d’influenze è possibile individuare un filone tipicamente new-wave e uno più improntato alla matrice industrial. The Sound, The Comsat Angels, Morrissey sono soltanto alcune delle innumerevoli voci presenti; tuttavia ci si spinge fino all’elettronica aggressiva in stile Nitzer Ebb che a quella teutonica di stampo goth: in particolare, la somiglianza, casuale o meno, con ASP è innegabile.

Per rintracciare un filo conduttore è necessario comprendere la portata delle collaborazioni del poliedrico musicista (e non solo) Wesley Eisold, colonna portante della scena hardcore punk nonché personalità a stretto contatto con personaggi altrettanto rinomati nella scena noise-sperimentale, quali  Genesis P-Orridge e Boyd Rice.

Cherish The Light Years è un album atemporale, forse un po’ anacronistico, ma con quel non so che di freddo e catacombale che non potrà non accontentare i nostalgici della vecchia dark-wave e del synthpop più tagliente e vicino all’EBM. Una sintesi, un poco posticcia, ma quasi autentica. Tanto che vale la pena immergersi in questo vertiginoso ascolto nel tentativo di rievocare vecchi fantasmi.

Gli ultimi articoli di Delia Bevilacqua

Condivi sui social network:
Delia Bevilacqua
Delia Bevilacqua
Articoli: 60